Home / News / EVO 2017 di Street Fighter V: i giochi di combattimento sono qualcosa di fantastico

EVO 2017 di Street Fighter V: i giochi di combattimento sono qualcosa di fantastico

L’ultima giornata del più importante evento di picchiaduro si conclude con il fighting game più famoso. Durante l’intervista post partita, il vincitore del torneo EVO 2017 di Street Fighter V, riuscendo a portare alle lacrime i presentatori James Chen e Sajam, chiude il sipario sull’evento di quest’anno nel migliore dei modi, con una semplice ed iconica frase: “Fighting Games are something SO great”.

Fra tutti i giochi di combattimento Street Fighter V è il primo a non aver bisogno di introduzioni, senza indugio quindi diamo un’occhiata alle fasi finali del torneo.

I migliori 8

La via verso le finali è stata lunga ma dopo 2 intense giornate di combattimenti a rimanere in piedi dei 2625 partecipanti sono stati solo i migliori. Ecco i giocatori ad aver raggiunto la Top 8:

  • PG | Punk (USA)
  • Itabashi Zangief (Giappone)
  • Liquid | `NuckleDu (USA)GGP | Kazunoko (Giappone)
  • Tokido (Giappone)
  • Splyce | FChamp (USA)
  • moke (Giappone)
  • GRPT | MOV (Giappone)

Il cast di queste finali è spettacolare. Il giocatore americano, il 18enne Punk – vincitore anche di ELEAGUE Street fighter V Invitational – dà di nuovo prova di sé e raggiunge le Grand Final decimando chiunque incontrasse nel Winners Bracket. Il miglior giocatore al mondo di Zangief, Itabashi Zangief, riesce a raggiungere le semifinali Losers Bracket dando un’ottima dimostrazione delle potenzialità del suo personaggio preferito.

L’amato giocatore dei Liquid NuckleDu, vincitore della Capcom Cup lo scorso anno, mette un po’ di pepe alla competizione con il suo atteggiamento di sfida. L’americano non riesce però a superare lo scoglio dei giocatori giapponesi e il suo Guile viene sconfitto prima dalla Cammy di Kazunoko e poi eliminato dfinitivamente dall’impressionante Akuma di Tokido.

Unico finalista di EVO 2016 a raggiungere la fase conclusiva del torneo anche quest’anno, MOV viene escluso quasi immediatamente dalla competizione. Ad eliminare la sua Chun-Li il Rashid di Moke.

Il sempre impressionante veterano Kazunoko riesce a raggiungere la Top 8 sia in Guilty Gear Xrd che su Street Fighter V. In quest’ultimo il giapponese, vincitore della Capcom Pro Cup 2015 di Ultra Street Fighter 4, dà prova delle sue abilità e raggiunge il terzo posto.

Degna di nota anche l’incredibile scalata del veterano Tokido. Passando per i Losers Bracket e giungendo alla finale, il giapponese ha sempre tenuto la situazione sotto controllo, mantenendo il sangue freddo nonostante ogni sconfitta sarebbe stata fatale per le sorti del suo torneo. Il giocatore Echo Fox raggiunge l’apice della competizione sconfiggendo il connazionale Kazunoko per 3-1 nelle Losers Finals.

L’ultima grande sfida

Le ultime partite giocate sul fantastico palco del Mandaly Bay Resort sono state tiratissime. Nella prima sfida tra Panda Global | Punk ed Echo Fox | Tokido ogni singolo incontro è stato deciso all’ultimo round. A parità di abilità è l’esperienza del giocatore giapponese a farsi sentire. La Combo Taunt per finire l’avversario, stordito al termine del primo game di Grand Final, è stato un chiaro tentativo di destabilizzarlo. E la pressione psicologica e meccanica imposta da Tokido ripaga. Il giocatore Echo Fox riesce ad azzerare il bracket e offre ad un pubblico in visibilio un’altra Grand Final.

L’ultima speranza americana ha ancora voglia di combattere e non si dà per vinto, combattendo come un leone. Nonostante i suoi sforzi però ogni singolo game finisce in favore dell’avversario e durante l’intero set riesce ad ottenere solo 2 round. Con un punteggio di 3-0 nella Grand Final decisiva Tokido riesce a conquistare il titolo di campione del torneo EVO 2017 di Street Fighter V. Il primo grosso risultato su SFV gli regala la sua 3ª coppa EVO, dopo la vittoria nel 2002 del torneo di Capcom vs. SNK 2 e quella del 2007 di Super Street Fighter II Turbo.

Come insegna Sun Tzu

Dopo l’intenso match il campione è stato intervistato quasi immediatamente. Alla domanda “Cosa ti ha permesso di migliorare e vincere l’EVO” il giocatore ha risposto con una frase degna dell’Arte della guerra:

Un tempo andavo in modalità allenamento e speravo che questo ripagasse [nei tornei]. Ma non funziona così. Devo conoscere il mio nemico e sapere cosa pensa. Devo controllare il mio nemico. [Per vincere] ho fatto un sacco di pratica nel controllare il mio avversario.

Ultima sorpresa della serata, così come già successo dopo la fine del torneo di Tekken 7 e BlazBlue, Capcom approfitta dell’occasione per rilasciare il un piccolo teaser del prossimo personaggio di Street Fighter V. A rimpolpare il roster del più famoso gioco di combattimenti a due dimensioni sarà uno dei boss della serie Final Fight: Abigail.

 

Vi siete persi i nostri recap dell’EVO 2017 e volete recuperare? Ecco qui la lista completa:

Commenti

Altre info su Gian Filippo Saba

Avido giocatore di qualsiasi genere possibile. Alto 1 metro e 80, pesante quanto un ramoscello d'ulivo, è fortemente convinto che la bravura ai videogames sia direttamente collegata al proprio indice di massa corporea. Nonostante ciò pensa ugualmente di esser il Prescelto in virtù di un sogno rivelatore avuto alla tenera età di 6 anni, in cui Crash Bandicoot gli rivelò i segreti del mondo videoludico.

Controlla anche

prossima stagione della NBA 2K League

La prossima stagione della NBA 2K League avrà 4 nuovi team

I playoff avranno inizio a partire da domani, ma già si pensa alla prossima stagione della …