Home / Esport / Sunday Racing: Il Motomondiale debutta in Spagna
Motomondiale

Sunday Racing: Il Motomondiale debutta in Spagna

Per gli amanti dei sim racing, il weekend appena trascorso è stato pregno d’eventi sia per le due che per le quattro ruote.
Dopo l’antipasto di Sabato, il menu aveva in serbo una portata succulenta ossia il ritorno del Motomondiale, anche sei in versione virtuale.
Lo Spanish Virtual Gran Prix rappresenta un nuovo debutto per la più importante competizione motociclista visto che erano presenti tutte le classi inserite in campionato.
Oltre alla MotoGP, fanno il loro ingresso anche i piloti della Moto 3 e della Moto 2, in quello che di può essere considerato come una domenica di gara.

La giornata ad Jerez del Motomondiale inizia con la ex 125 con  alcuni dei piloti che fanno un vero debutto all’interno di tali competizioni.
Sulla distanza di otto giri, a spuntarla è Gabriel Rodrigo, il pilota argentino della Honda domina l’intera contesa dal primo all’ultimo giro.
Il sud americano chiude con quattro secondi di vantaggio su Arenas e di cinque su Fernandez, primo degli italiani Tony Arborino (5°)

Debutto anche per la classe intermedia ossia la Moto2 con una vasta schiera di piloti azzurri che mostrano come la categoria possa diventare di loro dominio.
Esempio è la doppietta pole position con vittoria di Lorenzo Baldassari del team di Sito Pons.
Dopo una aspra battaglia con Luca Marini, Baldassari riesce a prendere il largo distanziando i vari competitors.
Il pilota italiano distanza di tre secondi il britannico Dixon mentre l’olandese Schotter chiude in terza piazza.

Pecco vs Maverick

L’ultimo atto del Motomondiale ad Jerez è dedicato, come di consueto alla MotoGP, dove anche in queste latitudini si è rinnovata la sfida tra Vinales e Bagnaia.
Una scontro dove il primo round viene vinto dal pilota Ducati con la prima fila nelle qualifiche con pole conquistata dal francese Quartararo.
Il pilota della Yamaha non riesce a difendere dagli assalti sia di Bagnaia che di Marquez, i quali battagliano in questo primo scorcio di gara.
Un match vinto dal ducatista, il quale riesce a contrastare le offensive del campione del mondo che finisce nella ghiaia perdendo terreno.

Per Bagnaia, Jerez porta con se il secondo round della sfida contro Vinales, il quale risale nelle prime posizioni dopo una brutta partenza.
Una battaglia il cui culmine è al decimo giro dove il pilota italiano commette un errore che pregiudica la sua gara, tale caduta da il via libera a Vinales di mettersi in testa.
Una leadership mantenuta sino alla bandiera a scacchi con cui il pilota Yamaha bissa il successo del debutto al Mugello.
Il podio spagnolo viene completato da MArc Marquez (2°) e da Pecco Bagnaia che chiude la gara in terza posizione.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Italian Esports

Italian Esports Awards 2020: Le nomination

Il Round One, evento realizzato da IIDEA e Pro Gaming, sta per arrivare e con …