Home / Esport / La Cina svela i suoi progetti per il futuro: arriva la Esports Town

La Cina svela i suoi progetti per il futuro: arriva la Esports Town

Dopo i successi ottenuti negli ultimi anni, l’esport non ha più bisogno di dimostrare il suo valore. Ora che le possibilità, specie economiche, offerte dal settore sono ormai state più che accertate, il mondo è ora pronto a investire. Tentando di spingersi avanti anche nel settore videoludico, la Cina ha appena svelato il suo più grande progetto di sempre. Si tratta della Esports Town, un gigantesco complesso di oltre 17 mila metri quadri situato a Hangzhou.
La città è la fiorente capitale della provincia di Zhejiang – con una popolazione che, contando anche le zone limitrofe, arriva a circa 20 milioni di persone – che è diventata, in questo periodo, anche la sede di uno dei nuovi team della Overwatch League.

Investimenti per il futuro

Secondo fonti internazionali, il costo del progetto dovrebbe aver raggiunto i 280 milioni di dollari. La Esports Town è gestita direttamente dall’amministrazione di Hangzhou. Alcune tra le prime strutture svelate al pubblico sono quelle riservate a dei veri giganti del settore, gli LGD Gaming.
Oltre a diventare la “palestra” per i giocatori dei vari team sotto la bandiera LGD, il centro sarà anche lo stadio di casa per la squadra di League of Legends, che competerà anche quest’anno nelle LPL. La sezione riservata all’organizzazione è nata grazie alla collaborazione con Allied Esports, una compagnia che si occupa specificatamente di creare arene esportive dal 2016. Tra i loro grandi progetti ci sarà anche la HyperX Esport Arena di Las Vegas, che ospiterà l’evento All-Star 2018, sempre di LoL, a dicembre di quest’anno.

La città di Hangzhou ha anche annunciato la propria intenzione di ampliare la città, che offrirà 14 entro il 2022 ben 14 strutture interamente dedicate all’esport. Secondo i piani, gli investimenti si aggirano intorno ai 2.22 miliardi di dollari, e in questi sono incluse accademie, hotel, parchi a tema, attività commerciali e addirittura ospedali, tutto specificatamente mirato ai giocatori.
L’amministrazione si aspetta che la città dell’esport riesca a attrarre oltre 10 mila atleti professionisti, o aspiranti tali, e delle entrate fiscali di oltre 140 milioni di dollari. E sarà proprio Hangzhou a ospitare i Giochi Asiatici del 2022, che secondo alcuni potrebbe includere per la prima volta degli eventi esportivi.

Commenti

Altre info su Gian Filippo Saba

Avido giocatore di qualsiasi genere possibile. Alto 1 metro e 80, pesante quanto un ramoscello d'ulivo, è fortemente convinto che la bravura ai videogames sia direttamente collegata al proprio indice di massa corporea. Nonostante ciò pensa ugualmente di esser il Prescelto in virtù di un sogno rivelatore avuto alla tenera età di 6 anni, in cui Crash Bandicoot gli rivelò i segreti del mondo videoludico.

Controlla anche

figc

La FIGC sbarca negli esport con la eEuro21

Sono passate poche ore dall’annuncio della nascita della eSuperCup Serie C per merito della Serie C ma le …