Home / Esport / Quinta settimana del Summer Split delle LCS Europee 2017

Quinta settimana del Summer Split delle LCS Europee 2017

Partite interessanti in questa quinta settimana del Summer Split delle EU LCS. Tra Mordekaiser, i Misfits che hanno perso contro gli H2K ed i G2 Esports che escono dal loro periodo nero c’è stato poco da annoiarsi! Scendiamo nei dettagli…

 

 

 

Ninjas in Pyjamas vs Mysterious Monkeys

Questo match ha finalmente dato risposta alla domanda che si chiedevano tutti: qual è la squadra peggiore delle EU LCS?

Nella prima partita (la più interessante) Kikis ha scelto Mordekaiser Top (pick già visto alle LCK), improntando la strategia globale sul ruotare attorno ai draghi ed alla forzatura di siege vantaggiosi (grazie alla sua passiva) o chiudendosi in splitpush nelle side lane grazie alle sue capacità in 1vs1.

 

Kikis ha avuto sicuramente una performance convincente sull’effettiva viabilità di Mordekaiser.

 

I NIP hanno giocato benissimo, evitando scontri diretti e rinunciando completamente agli obiettivi (che non fossero Baron o Elder Dragon), cercando di spostarsi con astuzia sulla mappa. Purtroppo la strategia delle Misterious Monkeys era troppo difficile da contrastare in lategame, decretando una loro decisa vittoria.

Notevole il fatto che il Lee Sin dei Ninjas (usato da Shook) abbia trascorso più di 15 minuti della partita facendo in totale zero danni. Grosso errore da parte sua soprattutto il non aver gankato Mordekaiser in early game (che notoriamente soffre molto gli agguati, a causa della mancanza di mobility, CC e tankyness).

Le Mysterious Monkeys vincono il loro primo match dello split senza troppe difficoltà.

 

 

 

G2 Esports vs Mysterious Monkeys

I G2 Esports affrontano questo match con estrema serietà. Nella prima partita bandiscono addirittura Mordekaiser, preferendo evitare lo scontro con un personaggio che conoscono poco.

Questo sì che è…
…un pessimo Flash!

 

 

 

 

 

 

 

 

Kikis sceglie comunque un Toplaner molto pericoloso (ovvero Camille), ma i G2 Esports hanno fatto in modo che iniziasse la laning phase nel peggiore dei modi: con una early gank finita in maniera tragicomica (come potete vedere qui sopra).
Ottima partita per Trick, che riesce addirittura ad assicurarsi un Drago nella massima segretezza.

 

In realtà sono indeciso: merito di Trick o errore grave sulla vision delle Mysterious Monkeys?

 

La prima partita è proseguita tra missplay delle Mysterious Monkeys e Zven che ha continuato a rinforzarsi, finchè il suo Twitch non è diventato completamente ingestibile per i suoi avversari, assicurando la vittoria ai G2 Esports. Ruolo importante hanno avuto Perkz e Mithy, che hanno effettuato un peel notevole.

 

Uno dei peggiori Baron Throw di questo Summer Split per certo.

 

La seconda partita è stata sostanzialmente un ottimo matchup di Perkz in laning phase. Taliyah è sicuramente un pick complesso da utilizzare (spero di non vederla mai più nelle mani di CozQ, nda), ma va fatta notare la difficoltà dei G2 Esports nel chiudere le partite rapidamente (anche con un vantaggio sostanzioso).

Ouch…

 

I G2 Esports intascano la vittoria, ma con troppe difficoltà. Stiamo parlando degli attuali campioni europei contro una squadra bottom tier delle EU LCS: si aspettavano tutti un match molto meno combattuto.

 

 

 

 

H2K vs Misfits

Nella prima partita i Misfits hanno iniziato con un vantaggio sostanzioso (una doppia uccisione a PowerOfEvil con Leblanc). Decisivo nello skirmish è stato il fatto che Febiven (con Orianna) avesse sprecato la sua ultimate su una copia.

Nerfate i cloni! La ultimate sprecata di Orianna spianerà la strada ad una doppia uccisione praticamente regalata.

 

Con un’azione che ha lasciato anche i caster perplessi, Maxlore riesce a perdere molto di questo vantaggio suicidandosi e sprecando il Rift Herald. Probabilmente si tratta di un missclick, ma rimane estremamente comico vedere questo tipo di missplay da parte di qualcuno che si è definito “il miglior jungler europeo” qualche settimana fa.

 

Nessuno si aspettava questo finale…
…ad un engage in 2 vs 4, vero?

 

 

 

 

 

 

 

 

In ogni caso la partita è proseguita in maniera altalenante fino in hyper lategame, dove la composizione degli H2K, con Orianna ed Ashe, è risultata vincente. Grave errore da parte di PowerOfEvil lasciare il suo team in svantaggio numerico chiudendosi in splitpush.

 

E nella partita successiva i Misfits hanno giocato ancora in maniera estremamente aggressiva. Sicuramente non una bella situazione per Febiven!

 

Nella seconda partita abbiamo visto ripetersi lo stesso rito: i Misfits hanno iniziato in vantaggio, ma ben presto le loro giocate aggressive si sono rivelate essere una lama a doppio taglio. Uno scontro troppo ambizioso regalerà una Quadrakill ad Odoamne (Camille), dandogli abbastanza Gold in tasca per iniziare uno Snowball terrificante.

 

Camille non è il tipo di personaggio a cui dovreste regalare Gold.

 

Gli H2K, adottando uno stile reazionario, riescono a vincere meritatamente un match avvincente.

In questa sfida abbiamo visto le debolezze dei Misfits, che possiedono uno stile aggressivo e coordinato ma con un’esecuzione carente. Troppi rischi presi inutilmente hanno decretato la loro sconfitta.

 

 

Esiti di tutte le partite:

 

Classifica aggiornata

 

Appuntamento alla prossima settimana, e se ve lo foste persi, qui c’è il nostro recap precedente!

 

 

Commenti

Altre info su Antonino Geloso

Originariamente comandante e referente presso il grande impero del Signore Galattico Freezer, nel Marzo 1990 prende parte ad una campagna militare sul Pianeta Namek dall'esito disastroso che lo costringe a ritirarsi a vita privata sul pianeta Terra, dove intraprenderà dei modesti studi umanistici con l'aspirazione di diventare insegnante. Nel tempo libero si diletta tra diversi titoli videoludici, tra cui figurano League of Legends, Pokémon, Hearthstone e Grindr.

Controlla anche

Paris-Saint Germain

Il Paris-Saint Germain stringe un nuovo accordo con gli LGD e sbarca su FIFA Online

A maggio di quest’anno vi avevamo parlato del rumor che vedeva l’approdo del Real Madrid …