Home / Esport / The Race All Star Battle Round 5: La nuova Cup
The Race All

The Race All Star Battle Round 5: La nuova Cup

In regime di blocco delle competizioni causa emergenza coronavirus, la The Race All Star Battle sta diventando un punto di riferimento nelle competizioni dedicate ai simracing.
Importanza sempre più crescente per tale evento, tanto da ottenere la trasmissione in diretta TV sui canali ESPN.
Giunta al quinto round, la competizione organizzata dall’onorino sito dedicato ai motori si avvia alla seconda fase.
La novità di questo nuovo format è la All Star Cup, un torneo di tre settimane  dove i migliori sei simracer avranno la possibilità di un test drive su una vera F1
Una prima tappa di questo nuovo torneo è il circuito di Sebring in Florida, dove, come di consueto, si inizia con la Legends Trophy
Una battaglia tra leggende su Mclaren M23 (1973-1978) in cui si assistono ad alcuni debutti come quelli di Jacques Villneuve e Mika Salo.

La prima delle due gare presenti in programma, vede il dominio assoluto di Jenson Buttom con doppietta da parte dell’ex campione del mondo di F1.
Pole position più vittoria per il britannico, il quale, grazie alla prima posizione in griglia, riesce ad evitare lo scontro tra piloti nelle retrovie.

Button riesce ad evitare in primis le offensive di Priaulx e in seconda battuta quelli di Montoya per tutti i cinque giri della gara.
Una condotta di gara ottimale che consente all’inglese di tagliare per primo il traguardo con due secondi di vantaggio su Montoya, terzo Priaulx lontano dodici secondi.

Gara 2

Gara 2 della Legends dove,grazie anche al cambio dell’ordine della griglia di partenza, riemerge la stella di Emanuele Pirro.
Il plurivincitore della 24 Ore di Le Mans scatta in vetta e approfitta del caos generato da Gil de Ferrar per staccarsi dal resto della compagnia.
Un primo vantaggio di due secondi su Castroneves consente all’italiano di mantenere le distanze sino alla bandiera a scacchi
Dietro al duo Pirro-Castroneves sopraggiunge Franchisti a tre secondi di stacco mentre Button, vincitore di gara uno, chiude in quinta posizione.

La prima macedone

Oltre alle leggende, spazio ai simracer con il debutto della All Star Cup all’interno della The Race All star Battle Round 5.
In questo contesto, seppur il tracciato sia uguale, la vettura utilizzata dai vari piloti è una Norma M30 LMP3 del 2017.
In questa occasione, i favoriti piloti olandesi che hanno monopolizzato le precedenti gare, hanno trovato un nuovo e degno avversario.
Si tratta del macedone Erhan Jajovski, un nome abbastanza conosciuto nel mondo del sim racing grazie alla vittoria del World Fasters Games del 2019.
Il portacolori della Triple A Esports riesce a sorprendere gli avversari già dai giri di qualifica che gli permettono di conquistare la pole position.

Una pole trasformata in vittoria grazie anche all’incidente tra l’olandese Van Buren e il danese Lund a poche curve dal via.
Jajovski mantiene un vantaggio di pochi secondi, utili per mantenere la leadership e tagliare per primo il traguardo.
Alle spalle del macedone arriva l’altro olandese ossia Bono Huis mentre la terza piazza viene acquisita dal polacco Wisniewaski.

 

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Rage

RAGE GBVS Winter 2020: Spazio alla nicchia dei picchiaduro

Il movimento competitivo dedicato ai picchiaduro ha vissuto un 2020 tra la stasi e lenti …