Home / Esport / Knee vince il Tekken Grand Battle al Mixup 2018

Knee vince il Tekken Grand Battle al Mixup 2018

Dopo la tappa americana del SummerJam, questa volta il Tekken World Tour è finalmente tornato in Europa. Il Mixup 2018 di Lione è ormai, a tutti gli effetti, uno degli eventi principali per quanto riguarda i picchiaduro, non solo per il Vecchio Continente, ma per il mondo intero.

Al Master Event tutti i pezzi grossi della scena competitiva sono saliti sul ring per pretendere un pezzo dell’agognata torta. I coreani hanno “invaso” le nostre coste e a difenderle ,ancora una volta, sono andati anche i nostri connazionali. Tantissimi giocatori sono partiti dallo stivale per sfidare lo strapotere asiatico e somministrare una buona dose di botte.
Il Mixup 2018 è stato inoltre l’ultimo Master prima dei pesanti cambiamenti portati dalla Season 2.

Un evento difficile

Il Tekken Grand Battle è stato un successo di partecipanti, con quasi 200 sfidanti. Gli italiani si sono ancora una volta fatti valere, riuscendo a superare in massa la fase di pool, fatta eccezione per qualche sventurata vittima.
Sin dalla prima fase il torneo poteva esser considerato tutto fuorché una passeggiata. Con così tanti grandi nomi in gara il risultato di svariate pool sembrava scritto ancora prima di iniziare.

Quello che in pochi si sarebbero potuti aspettare è il forfait dei giocatori degli Echo Fox, assenti sin dall’inizio del torneo. I loro connazionali non si sono ovviamente fatti pregare, e sono saliti in cattedra per insegnare un’amara lezione agli avversari.
La top32 è stato un vero e proprio massacro per i giocatori nostrani. È proprio a un passo dalla cima del torneo che abbiamo assistito all’eliminazione di tutti i giocatori europei, fatta eccezione per Kalak, ultimo baluardo francese. I nostri connazionali, d’altronde, non hanno avuto troppa fortuna nei matchup e, oltre il dover affrontare gli immortali invasori, si sono ritrovati in più di un’occasione l’uno contro l’altro nel losers bracket.

Sempre più forte

La lista degli 8 finalisti del Mixup 2018 è la seguente:

  •  ROX Dragons|Knee
  •  ROX Dragons|CHANEL
  •  Fursan|Rangchu
  •  kkokkoma
  •  UYU|JeonDDing
  •  Kalak
  •  UYU|qudans
  •  Fursan|LowHigh

A trionfare è stato l’impressionante Knee. Il giocatore dei ROX è ormai primo indiscusso nella classifica del TWT e ogni settimana sembra tirare fuori dal cappello qualcosa di nuovo.
In una top8 composta quasi unicamente da giocatori eclettici, in grado di usare almeno 2 personaggi al massimo livello, Knee si è ancora una volta distinto, utilizzandone ben 4 per sconfiggere i propri avversari. Oltre Feng, Devil Jin, e il classico Bryan, Knee ha mostrato nella Grand Final contro CHANEL un Steve davvero invidiabile.

Con il Tour mondiale ormai quasi alla sua conclusione, ora non si può che considerare Knee come l’uomo da battere alle finali di Amsterdam. L’incognita più importante da ora in poi sarà senz’altro la stagione 2. Chi riuscirà a cavalcare l’ondata di cambiamenti e proporsi come degno avversario per il più forte giocatore dell’anno?

Commenti

Altre info su Gian Filippo Saba

Avido giocatore di qualsiasi genere possibile. Alto 1 metro e 80, pesante quanto un ramoscello d'ulivo, è fortemente convinto che la bravura ai videogames sia direttamente collegata al proprio indice di massa corporea. Nonostante ciò pensa ugualmente di esser il Prescelto in virtù di un sogno rivelatore avuto alla tenera età di 6 anni, in cui Crash Bandicoot gli rivelò i segreti del mondo videoludico.

Controlla anche

LEC 2019

LEC 2019: ecco i team della nuova stagione europea di LoL

Il Rostermania è appena iniziata e in casa Riot Games si inizia a fare sul …