Home / Esport / Fine settimana sul Ring: Danielmado vince Torneo di qualifica ITeSPA

Fine settimana sul Ring: Danielmado vince Torneo di qualifica ITeSPA

Questo fine settimana, ancora una volta, le botte non sono mancate. I vari campionati stanno rapidamente raggiungendo il loro apice e nessuno vuole rischiare di rimanere fuori dai giochi per aver saltato un evento.
In America, il dodicesimo SummerJam ha ospitato tornei di alto livello di Tekken, Street Fighter e Dragon Ball FighterZ. Il Final Fighters China 2018 non ha proposto una così grande varietà di titoli, ma lo spettacolo è stato quello delle grandi occasioni. E il Vecchio Continente, ovviamente, non è stato da meno. Mentre in Francia l’Ultimate Fighting Arena 2018 ha visto salire sul palco il campione EVO di quest’anno Problem-X e il secondo classificato di Dragon Ball Go1, nel Bel Paese invece si è svolto il Torneo di qualifica ITeSPA.

Spettacolo in Italia…

Iniziamo proprio dal torneo nostrano. I migliori giocatori di Tekken 7 della penisola si sono sfidati a Milano per la possibilità di rappresentare l’Italia al decimo Esports World Championship di Kaohsiung.
A strappare il biglietto per Taiwan è stato il giocatore degli HellGaming Danielmado, che è riuscito a trionfare in un torneo stracolmo di grandi nomi. Arrivando in finale sconfiggendo ID | Xeon, 4G | Devilkazuya e Bode, Danielmado ha trovato pane per i suoi denti. Il suo compagno di squadra, Francesco “CROSSFIRE” Di Maria, è riuscito infatti a guadagnare le Grand Final con un convincente 3-0.

Dopo aver sconfitto ai Losers Devilkazuya per la seconda volta nel torneo, Danielmado è riuscito a ottenere la sua vendetta e, portando a casa 2 serie di seguito, ha ottenuto il titolo di campione. Una doppia vittoria per gli HG che questo fine settimana, dopo aver portato 2 atleti in Grand Final su Tekken 7, hanno visto il loro team di League of Legends vincere 2-0 contro i Racoon e diventare così la squadra ufficiale ITeSPA.

Contentissimo per questa vittoria, ringrazio tutti i miei compagni di team e di allenamento e un ringraziamento speciale…

Gepostet von Danielmado am Samstag, 1. September 2018

… e nel resto del Mondo

Riassumere tutta l’azione di questo fine settimana sembra un’impresa titanica. Al torneo di Tekken 7 del SummerJam gli americani sono riusciti a contenere l’invasione coreana in grande stile. I giocatori UYU hanno mietuto varie vittime, ma aver costretto l’Eddy di JeonDDing al 3° posto può esser considerata di per se una vittoria.
A vincere la coppa è stato Anakin. Il giocatore targato Red Bull ha dato vita a una serie di sfide davvero accesa con il connazionale Jimmyjtran, che dopo esser stato sconfitto in Winners Final è riuscito a resettare il bracket e arrivare a un solo round dal conquistare il torneo.

A trionfare su tutti in Street Fighter V: Arcade Edition è stato invece Punk. Il giocatore degli Echo Fox ha dominato il torneo, raggiunto la Grand Final dal WB battendo NuckleDu e mandato a casa Toi con un secco 3-0.
Dopo esser arrivato in Top8, NyChrisG ha compiuto una piccola impresa, vincendo il torneo di Dragon Ball FighterZ in maniera spettacolare.

Il Final Fighters China 2018 ha “visto” conquistare la coppa invece il Rashid di OilKing. Continui problemi di connessione hanno completamente distrutto la diretta dell’evento e fatto perdere buona parte degli incontri. Con così tanti grandi giocatori a competere per il primo posto è stato davvero un peccato che l’organizzazione abbia incontrato così tante difficoltà. Secondo classificato il giocatore Echo Fox Momochi, terzo Fujimura e quarto Fuudo.

All’Ultimate Fighting Arena 2018 erano presenti davvero tantissimi eccellenti giocatori. Su Street Fighter un NASR | AngryBird in piena forma ha sconfitto sia Phenom che il campione Problem-X per mettere meritatamente le mani sul titolo. A intascare invece la sfera del drago nella tappa del Dragon Ball FighterZ World Tour è stato invece il giapponese Go1, volato dall’altra parte del mondo proprio per mettere le mani sull’agognato bottino.

Commenti

Altre info su Gian Filippo Saba

Avido giocatore di qualsiasi genere possibile. Alto 1 metro e 80, pesante quanto un ramoscello d'ulivo, è fortemente convinto che la bravura ai videogames sia direttamente collegata al proprio indice di massa corporea. Nonostante ciò pensa ugualmente di esser il Prescelto in virtù di un sogno rivelatore avuto alla tenera età di 6 anni, in cui Crash Bandicoot gli rivelò i segreti del mondo videoludico.

Controlla anche

LEC 2019

LEC 2019: ecco i team della nuova stagione europea di LoL

Il Rostermania è appena iniziata e in casa Riot Games si inizia a fare sul …