Home / MOBA / League of Legends / PG Nationals Predator: 10 su 10 per il Team Forge

PG Nationals Predator: 10 su 10 per il Team Forge

Il Team Forge, dopo l’ennesima settimana, conferma di essere il team italiano più forte e pronto per gli impegni europei. 10/0 è il parziale fin ora registrato e dubito che il loro primo posto sia ormai in discussione.

Difatti gli OutPlayed, loro unica nemesi, hanno battuto agevolmente i 5 Hydra, registrando il record di partita più veloce all’interno del PG Nationals (20:30), ma hanno fallito il test iDomina.
Gli ID hanno proposto la stessa strategia (Gold Funnelling) che aveva fallito contro i 4G, ma una prestazione davvero sottotono del top-laner degli OP ha permesso loro di riavvicinarsi al secondo posto.

Nationals Predator

I Moba Rog, dopo le ultime settimane che avevano registrato solo sconfitte, riescono a ottenere due vittorie importanti. Il team decide di abbandonare il “gold funnelling” a favore di una composizione più classica e più performante alle loro caratteristiche.
Ottima la prestazione di vANEZ, che in entrambe le partite riesce a portare ottimo vantaggio al suo team con un quasi perfetto Nocturne.

I CyberGround Gaming riescono finalmente a ottenere la loro prima vittoria di questo split del Nationals Predator, battendo con un’ottima prestazione i Racoon e riuscendo così ad agganciare i 5 Hydra esports.
Con così poche partite rimaste da giocare riusciranno a strappare un biglietto per la fase a eliminazione diretta?

Aspettando la settimana 6

Mancano ormai due settimane alla fine della fase a gironi, ma nessuna posizione è ancora certa. Non ci resta che attendere le sorprese che i team hanno in servo per noi.

Intanto, per la prossima settimana, I Moba Rog avranno due impegni da non sottovalutare: incontreranno in prima battuta gli OutPlayed e successivamente gli iDomina esports, che in caso di vittoria potrebbero ottenere il terzo posto.

Il PG Nationals Predator tornerà martedì 3 luglio, sempre sul canale ufficiale.

Commenti

Altre info su Simone Galoro

Passione smisurata per League of Legends, ma nemmeno tingersi i capelli per assomigliare a Faker gli permetterà di diventare un Pro Player. Decide così di ripiegare sul lavoro da redattore. C'è chi dice però, che nemmeno in questo sia molto bravo. Infine ottiene il sommo ruolo di "spammatore", potente mezzo per evocare shitstorms cruente sui social.

Controlla anche

Invictus Gaming e G2 Esports

Invictus Gaming e G2 Esports sono le prime semifinaliste dei Worlds 2018

Dopo due sfide al cardiopalma, Invictus Gaming e G2 Esports sono le prime due squadre …