Home / Esport / Anche lo Stato del Kazakistan riconoscerà gli esport

Anche lo Stato del Kazakistan riconoscerà gli esport

Dopo le Filippine, un nuovo Paese asiatico si appresta ad aprire le sue porte all’universo videoludico competitivo. Si tratta del Kazakistan.

Come riportato dalla testata locale Tangrinews, il Ministero della Cultura e dello Sport kazako ha dato il via libera al riconoscimento del settore videoludico competitivo come sport effettivo. Saranno dunque dati pieni poteri alla locale federazione, la Qazaq Cybersport Federation.

Nata lo scorso anno, la QCF ha avviato un lungo progetto dedito allo sviluppo della scena competitiva locale. Tra i punti in programma c’è la creazione di varie sedi distaccate, nonché la formazione di giovani talenti per la costituzione di un team nazionale.

Kazakistan
Nella foto: Documento del riconoscimento degli esport da parte del ministero della cultura e dello Sport

 

Un nuovo membro in famiglia

Giubilo all’interno della federazione del Kazakistan, manifestato anche attraverso le parole del presidente Kuanyshbek Esekeyev. Su Facebook, quest’ultimo ha rilasciato una propria dichiarazione, spiegando che gli esport sono il futuro dell’industria tecnologica e che i ragazzi di oggi che smanettano su mouse e tastiera diventeranno i futuri leader dell’industria digitale globale.

Con il riconoscimento da parte della capitale Astana, salgono a sette il numero delle nazioni che hanno compiuto il grande passo. Una famiglia destinata ad allargarsi, visti gli iter in corso in tanti altri Paesi, come Brasile e Spagna.

Commenti

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

armada

Armada annuncia il ritiro dalle competizioni in singolo di Smash Bros

Super Smash Bros è in fase in evoluzione. L’arrivo di Ultimate il prossimo dicembre ha reso …