Home / FPS / La R6 Pro League sosterrà i team con una nuova divisione degli introiti

La R6 Pro League sosterrà i team con una nuova divisione degli introiti

La settima stagione del campionato ufficiale è terminata da sole due settimane, con l’incoronazione del Team Liquid come nuovo campione di Rainbow Six Siege. A Ubisoft, ora, non resta che dedicare le proprie energie al futuro. Cosa ci dobbiamo aspettare per i prossimi anni? La risposta è arrivata proprio in queste ore: più stabilità.

Il primo dettaglio del comunicato diffuso sul sito ufficiale è quella della riconferma della R6 Pro League fino a maggio 2020. L’annuncio servirà a garantire una maggiore sicurezza programmatica alle squadre partecipanti.
Il circuito, inoltre, avrà un formato tutto nuovo. La stagione 2018 prevederà due stagioni semestrali, più eventi LAN, ben due Major (il Six Major di Parigi e il Six Invitational) e diversi eventi minori (tra cui i DreamHack).

Quest’anno si assisterà anche al debutto di un programma pilota di divisione degli introiti. Esso sarà applicato a livello globale, alle squadre, ai giocatori e al montepremi del Six Invitational.
Un totale di 12 di team della Pro League (divise tra Europa, Nord America, America latina e Asia-Oceania) prenderà parte a questa sperimentazione iniziale, dividendosi gli incassi provenienti da specifici oggetti nel gioco:

  • PENTA Sports (Europa)
  • Vitality (ex Supremacy, Europa)
  • Evil Geniuses (ex Continuum, Nord America)
  • Rogue (Nord America)
  • SK Gaming (ex FlipSid3 Tactics, Nord America)
  • Mousesports (ex Bird University, Nord America)
  • Team Liquid (ex MOPA, America latina)
  • Ninjas in Pyjamas
  • FaZe Clan (ex Team Fontt, America latina)
  • Immortals (ex BRK e-sports, America latina)
  • FNATIC (ex Mindfreak, Asia-Oceania)

Le scelte sono state compiute in base al contributo dato da ogni formazione alla crescita della lega, alla loro esperienza e ai risultati ottenuti. Ciascuna organizzazione rimarrà all’interno del programma pilota per un anno.

Come funziona il programma

Ma come funzionerà il sistema?
Per ciascuna delle 12 squadre saranno messi in vendita un ciondolo e la skin di un’arma, entrambi personalizzati con i propri colori e il proprio logo. Ogni team riceverà il 30% del guadagno netto derivante dalla loro vendita.
Oltre a questi, saranno disponibili nello shop altri ciondoli e skin con il marchio R6 Pro League. Il 30% del guadagno netto derivante dalla loro vendita sarà suddiviso tra il montepremi del prossimo Six Invitational (esattamente il 9%) e le dodici squadre del programma (un dodicesimo ciascuna del restante 21% del guadagno).

Commenti

Altre info su Erica Mura

Dopo aver terminato i suoi studi in giornalismo continua a stare ore a giocare al PC, ma con meno sensi di colpa. Adora i videogame perché ama immergersi nelle atmosfere magiche di qualsiasi mondo fantasy - da Lordran a Runeterra, da Atreia alla Sardegna. Dal cibo, sua altra grande passione, ha portato all'interno delle sue esperienze videoludiche la predilezione per il sale.

Controlla anche

Gli LA Valiant conquistano l’ultimo Title Match della stagione inaugurale della OWL

Oggi, la memoria non può che andare indietro fino allo scorso 6 maggio. Gli LA …