Home / FPS / CS:GO / ESL Pro League Season 7: a Dallas brillano le stelle danesi

ESL Pro League Season 7: a Dallas brillano le stelle danesi

Il circuito Intel Grand Slam di CS:GO è ormai prossimo al traguardo. A fare da ultimo chilometro per questa maratona per gli amanti del FPS sono state le ESL Pro League Season 7 Finals.

A Dallas sedici team, arrivati tramite gironi di qualificazione, si sono sfidati per contendersi la fetta più grande del montepremi da 750.000$.

Group Stage

Nel girone A è arrivata la delusione del torneo, ed è targata Clou9. I vincitori di Boston sono usciti anticipatamente dal torneo dopo  le sconfitte rimediate contro i FaZe e gli Heroic.
Questo gruppo ha visto invace, a sorpresa, l’affermazione dei Natus Vincere, che hanno conquistato lo slot in semifinale battendo i FaZe con un doppio 16-12.
L’ultimo slot del girone è stato infine ottenuto dai Mousesports che hanno strappato l’accesso in una tiratissima serie contro gli Heroic, vinta per 2-0 .

Il girone B ha visto l’uscita di scena anticipata dei Ninjas in Pyjamasche hanno salutato Dallas anzitempo dopo le sconfitte subite nei match contro SK Gaming (19-16) e OpTic Gaming.
Il “loro” slot in semifinale è stato conquistato dagli Astralis che hanno battuto il Team Liquid, mentre l’ultimo pass è stato conquistato dagli SK.
Mostrandosi in grado di riprendersi dalle loro recenti delusioni, i brasiliani hanno ottenuto la qualificazione a scapito degli Optic, sconfitti per 2-1

Quarti di Finale

Finale anticipata quella tra FaZe ed SK Gaming che ha infiammato il primo quarto di finale. Un match molto combattuto, sopratutto nella prima mappa (Mirage). Qui i FaZe sono riusciti a spuntarla per  un pelo con un punteggio di 16-13 per poi straripare in Overpass e chiudere la pratica con un 16-5 senza possibilità d’appello.

Il secondo quarto ha visto Team Liquid e Mousesports sfidarsi a viso aperto con Mirage ancora una volta teatro di un set equilibrato, conclusosi soltanto dopo due overtime a favore dei Liquid per 22-20
L’ultimo game della serie ha visto invece gli americani prendere totale controllo su Dust II ed accedere alle semifinali grazie a un secco 16-4.

Semifinali

Astralis contro FaZe si può riassumere con un numero: Nove.
Nove come i round che i danesi hanno concesso  a GuardiaN e compagni. Una dimostrazione di forza senza eguali da parte del team rossonero col solo NiKo a chiudere in differenziale K/D positivo (+2) per il team europeo.

Più equilibrata è stata invece la seconda semifinale tra Natus Vincere e Team Liquid, decisasi solamente nelle ultime fasi del set.
A spuntarla son stati i padroni di casa per 2-0 con una prestazione corale dell’intero team che chiudono il match in positivo tranne NAF (-2)

Astralis vs Team Liquid

Dust 2: nonostante la prima mappa sia stata scelta dai Liquid la scelta fatta si dimostra nefasta, come dimostrato dal risultato finale.
Il 16-1 di questo set è la dimostrazione di come gli Astralis vogliano dominare l’intera serie, lasciando poco o nulla ai Liquid.

Nuke: mappa selezionata dai danesi con l’intenzione di allungare le distanze dal Team Liquid che, invece sono entrati in partita con il coltello tra i denti per trovare il pareggio.
La combattuta sfida si è conclusa grazie a una fantastica giocata di gla1ve.
Sul 14 pari, il danese ha realizzato una tripla kill, che ha poi permesso alla squadra di concretizzare il vantaggio con un punteggio di 2-0

Mirage: i nordamericani sono sembrati ancora scottati dalle due precedenti sfide contro gli Astralis.
E ancora una volta i due team non hanno ingaggiato in una sfida senza esclusione di colpi, questa volta conclusasi con un finale diverso. I Liquid, grazie soprattutto alla perfomance di NAF, sono riusciti a ridurre le distanze e regalato ai fan una tripla kill.

Inferno: rispetto a quanto successo su Mirage, gli Astralis sono riusciti a rintuzzare qualsiasi velleità offensiva dei Liquid e attraverso una prestazione corale degna di nota, hanno preso quel minimo vantaggio che ha permesso loro di concludere il set sul 16-12 e portarsi a casa i 250.000$ di primo premio.

Per il team danese si tratta della seconda vittoria stagionale dopo quella realizzata un mese fa a Marsiglia.

Commenti

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

finaliste della overwatch league

Londra e Philadelphia sono le prime finaliste della Overwatch League

Guardando la classifica della Lega, in pochi avrebbero scommesso su un epilogo simile. Quinta e …