Home / Esport / Pokémon VGC 2017: il Treviso Open

Pokémon VGC 2017: il Treviso Open

Si conclude oggi l’importantissimo Treviso Open 2017, che ha visto scontrarsi alcuni dei più famosi giocatori italiani (e non solo).

La posta in palio, i Championship Points per accedere al mondiale, ha fatto gola a giocatori provenienti anche da molto lontano. Le partite sono state quasi tutte di altissimo livello, si sono viste predict da paura ed una grossa varietà di strategie.

 

 

Il metagame del torneo

 

“Fite me 1 vs 3 faget”

Sono stato sorpreso dalla presenza consistente di Porygon2 orientati sull’offensiva fisica: all’inizio sembravano avere un uso sporadico ma adesso sembrano un’alternativa solida (nonostante il fatto che soffra l’onnipresente Prepotenza).

Non è una cosa poco rilevante: se questa scelta si affermasse come standard vedremmo una modifica di moltissime EVs Spread in circolazione. Ovviamente i dati di un singolo torneo italiano non sono sufficienti per darci una risposta certa, ma rimane comunque una tendenza da tenere d’occhio.

Altro sorpresa è stata l’assenza di Competitive Milotic, che si credeva essere una “pallina pazza” del metagame degli eventi ufficiali.

Per il resto nulla di particolarmente diverso dai pronostici: presenza abnorme di Arcanine (sia offensivo che difensivo), dei Tapu (tranne Tapu Bulu ovviamente) e di Porygon2.

Inusuale vedere un Eevolution Team in finale (considerato un archetipo che necessita di avversari impreparati), anche se fosse evidente a tutti che l’abilità del giocatore (M.Massaro) sia stata determinante nella prestazione.

 

 

 

La Finale

 

Le squadre finaliste.

 

Partita mozzafiato tra i due finalisti, Manuel Massaro e Luca Lussignoli, che è finita 2 a 1 per quest’ultimo, ma con un match giocato assolutamente sul filo del rasoio (i presenti in sala hanno esultato sulle battute finali). Giocate assurde da entrambe le parti (abbiamo visto un Quick Attack di Massaro su un suo stesso pokémon per attivare una bacca) e qualche colpo di fortuna (con Moody di Smeargle in particolare), ma alla fine anche questo fa parte della bellezza del gioco.

 

 

 

Lo Stream

 

Gli svantaggi di uno stream su Youtube: dato che l’animazione di Extreme Evoboost fa parte di un trailer Nintendo si è voluto evitare il rischio di avere lo stream bloccato. Colpa di Youtube ovviamente, ma era comunque divertente vedere questo comparire nel bel mezzo delle sfide (un po’ meno quando non c’erano commentatori a intrattenerci nel frattempo).

La prima parte del torneo senza commentatori è stata assolutamente una pessima idea. E sì, sono al corrente che Francesco Pardini stesse partecipando al torneo in quella fase, ma questo non ha reso lo stream della prima giornata meno noioso.

Il secondo giorno è andata molto meglio, perché grazie al cielo Pardini ha perso ed ha potuto commentare (sto scherzando ovviamente, ti voglio bene).

La qualità dello stream è stata ottima in termini di connessione, audio e grafica. Sono stato un fan delle musiche degli intermezzi.

Ringrazio la Lega Pokémon di Treviso per l’organizzazione dell’evento e Francesco Pardini per lo stream fornito, che mi ha permesso di seguire una buona parte delle partite giocate. Ci tengo a sottolineare che le mie considerazioni sono basate sulle partite che ho avuto la possibilità di vedere.

Capitolo a parte per la chat dell’evento, che presto vedrà un album di perle lasciate dal pubblico. Preparate le vostre cartelle dove salvate i meme perché ne vedrete delle belle.

 

Top 10 della classifica

1° Luca Lussignoli
2° Manuel Massaro
3° Eric Rios
4° Gianluca Galluzzo
5° Flavio Del Pidio
6° Roberto Carbonara
7° Shai Rabà
8° Michele Gavelli
9° Giacomo Bovolenta
10° Giulia Sogaro

Commenti

Altre info su Antonino Geloso

Originariamente comandante e referente presso il grande impero del Signore Galattico Freezer, nel Marzo 1990 prende parte ad una campagna militare sul Pianeta Namek dall'esito disastroso che lo costringe a ritirarsi a vita privata sul pianeta Terra, dove intraprenderà dei modesti studi umanistici con l'aspirazione di diventare insegnante. Nel tempo libero si diletta tra diversi titoli videoludici, tra cui figurano League of Legends, Pokémon, Hearthstone e Grindr.

Controlla anche

LEC 2019

LEC 2019: ecco i team della nuova stagione europea di LoL

Il Rostermania è appena iniziata e in casa Riot Games si inizia a fare sul …