Home / CGC / Impressioni su Viaggio a Un’Goro dei giocatori professionisti e data di lancio

Impressioni su Viaggio a Un’Goro dei giocatori professionisti e data di lancio

Venerdì, Ben Brode e Dan “Frodan” Chou ci hanno mostrato l’intera collezione dell’espansione in uscita Giovedì 6 Aprile. Ma quali sono le impressioni su Viaggio a Un’Goro dei giocatori professionisti (come Thijs, Navi00T, Killinallday, Lifecoach SuperJJ)? Quali carte hanno valutato come giocabili? Ecco qui un veloce sommario suddiviso per classi:

Druid

Shellshifter è il servitore più versatile del Druid che permette di trasformarsi in un Sen’jin Shieldmasta o in una Jungle Panther con +1 di attacco. Il suo costo è ciò che lo rende interessante, dato che Malfurion non ha molti minion da poter giocare a turno 4.

Earthen Scales è stata accolta bene per l’incredibile sinergia che ha con i Jade Golem. Una volta che il mazzo comincia a sfornare dei golem consistenti, questa magia permette di potenziarli e di fornire Armor, utile soprattutto contro i mazzi aggressivi.

Hunter

La Quest The Marsh Queen sembra essere piaciuta a tutti, anche perché sono state date a Rexxar numerose creature per permettergli di completarla.

Raptor Hatchling e Jeweled Macaw sono due buoni esempi. Essi infatti, oltre ad essere due servitori a costo 1, provvedono a fornire all’Hunter altre utili bestie.

Tol’Vir Warden permette di ottenere due creature per la Quest e di sfoltire il mazzo, inoltre è ottima anche dopo aver giocato Queen Carnassa, consentendo di pescare i Carnassa’s Brood.

Stampede sembra poter diventare una versione più performante di Lock ‘n Load, dato che il nostro cacciatore sarà sicuramente provvisto di Beast (economiche soprattutto) disponibili al riciclo.

In fine, Crackling Razormaw offre il supporto definitivo a tutte le Beast del mazzo, fornendoli un Adapt.

Mage

Arcanologist ha il potenziale di diventare un Mad Scientist più forte di statistiche, ma più debole di effetto, mettendo il Secret nella mano e non in gioco, tuttavia è pur sempre una meccanica di pesca mirata, che può risultare efficace pescando un segreto come Ice Block.

Primordial Glyph è una nuova magia in grado di scoprirne altre e ridurne di 2 il costo. La carta si rivelerà probabilmente molto utile per il Mage, sia perché le spell della classe sono da sempre famose per la loro potenza, sia perché offre sinergia con carte come Archmage Antonidas.

Inoltre, questa magia può contribuire al completamento della Quest di Jaina, Open the Waygate, che non ha entusiasmato completamente i pro e quindi si ritrova nel vortice dell’incertezza.

Paladin

The Last Kaleidosaur è la Quest del Paladin che incrementa l’applicabilità di praticamente tutte le altre carte che troveremo successivamente per questa classe.

Come ricompensa per aver completato la quest, il paladino riceverà Galvadon che, mediante i suoi 5 Adapt, è in grado di ottenere Stealth, Windfury e numerosi potenziamenti all’attacco per infliggere ingenti (se non letali) danni alla salute avversaria.

Adaptation e Spikeridged Steed sono i nuovi potenziamenti di Uther da early e late game. A rafforzare il mazzo della classe, che si baserà principalmente sui buff ai minion ci sarà Primalfin Champion, un murloc capace di restituire le magie utilizzate sulla carta stessa con il suo Deathrattle, e sarà sicuramente il bersaglio numero uno di Polymorph e Hex.

Lost in the Jungle offre un supporto immediato alla classe e delle pedine da poter potenziare a inizio gioco.

 

Priest

 

Awaken the Makers permette al Priest di ottenere un effetto simile a Reno Jackson, ponendo la vita del prete a 40. La quest si preannuncia come una delle più utili dell’espansione, in quanto si affida a un genere di carte, quelle con Deathrattle, che al momento sono fra le più utili al gioco.

Tortollan Shieldraiser e Crystalline Oracle sono due servitori che contribuiscono alla causa, soprattutto il secondo che offre la possibilità di pescare carte più forti di se stesso.

Curious Glimmerroot ha le potenzialità di diventare un ottimo servitore una volta che il metagame si sarà assestato, fornendo un corpo consistente nel mezzo del gioco e di riciclarsi.

Rogue

Definito dai giocatori professionisti “l’Assassinate che evoca anche un 3/4 in campo”, Vilespine Slayer viene promosso con buoni voti.

Envenom Weapon spiega invece il motivo del nerf di Blade Flurry, dato che avrebbe permesso una tabula rasa del campo avversario utilizzando solo 5 di mana (se si esclude il costo dell’arma), mentre ora saranno necessari 7 cristalli.

Molte delle rimanenti carte del Rogue, sono risultate difficili da valutare per la natura complessa della classe stessa, quindi non c’è motivo di lamentarsi del perché nessun pro si è voluto sbilanciare troppo.

Shaman

Kalimos, Primal Lord è stata affermata subito come carta da tenere d’occhio da parte di tutti i giocatori professionisti e ora che è noto che otterrà il supporto di carte come Fire Plume Harbinger è diventata ancora più appetibile per tutti gli sciamani.

Tidal Surge sarà un ottimo strumento per i mazzi non Jade Golem, dato che questi possono ripiegare su Jade Lighting in maniera più efficace rispetto agli altri mazzi.

Lo Shaman sembra dunque essere sviluppato sopra un diverso archetipo, che andrà a sostituire quello aggressivo delle patch precedenti dato che quest’ultimo perderà parecchie carte con la rotazione.

Warlock

Tutto il gameplay del Warlock ruoterà attorno alla Quest Lakkari Sacrifice.

Il Team5 infatti sembra essere riuscito a spingere per questa tipologia di mazzo introducendo la Quest stessa, Lakkari Felhound per una solida difesa nel mezzo della partita e un buon supporto alla meccanica di Discard con Clutchmother Zavas.

Warrior

Il Taunt Warrior sembra finalmente avere una seria chance di venire alla luce, grazie alla Quest Fire Plume’s Heart e al supporto offerto da carte come Cornered Sentry e Direhorn Hatchling.

Leggendarie Neutrali

Non era una sorpresa che Elise the Trailblazer desti l’attenzione di molti giocatori professionisti, grazie alla sua abilità di fornire un solido supporto durante la partita e un corpo bilanciato al suo costo.

Spiritsinger Umbra, invece è visto come il nuovo Brann Bronzebeard ed ha già scatenato la spasmodica ricerca alla classe che ne potrà abusare di più.

Epiche Neutrali

Blazecaller è già stato definito un Firelands Portal che fornisce un ottimo servitore ed è la carta che moltissimi pro definiscono essenziale per qualsiasi collezione.

Bittertide Hydra è un’altra delle carte dal sapore nostalgico, ricordando per molti versi Fel Reaver. Si è già cominciato a fantasticare di un possibile ritorno del Druid aggressivo e di altre possibili implementazioni.

Primordial Drake fornisce un costoso danno ad area, ma anche un corpo difensivo molto consistente. Il Taunt Warrior potrebbe utilizzarlo anche per via della sinergia offerta dal battlecry della carta The Curator.

Rare Neutrali

Tol’vir Stoneshaper e Servant of Kalimos sono due ottimi servitori di sostegno all’archetipo Elemental e hanno buone probabilità di vedere la luce del metagame.

Devilsaur Egg è una versione giurassica del Nerubian Egg e porta molta versatilità in parecchi mazzi.

Comuni Neutrali

Il Tar Creeper è la comune che tutti vorranno avere per fermare l’enorme flusso di mazzi aggressivi che hanno tanto dominato la precedente espansione.

Ravasaur Runt è stata valutata giocabile per il semplice fatto che alcuni mazzi sono naturalmente portati ad avere sempre numerosi servitori in campo e questo dinosauro potrà diventare un’ottima risorsa.

Rockpool Hunter è lo Shattered Sun Cleric per i Murloc, essenziale per ogni mazzo a tema.

Queste naturalmente sono solo ipotesi. Non rimane che aspettare i prossimi giorni per sapere cosa sarà efficace nel nuovissimo metagame che si creerà al lancio dell’espansione.

E voi? Vi trovate d’accordo con le impressioni di questi giocatori professionisti?

Commenti

Altre info su Andrea Capone

Appassionato sin da piccolo di videogiochi e giochi di carte, si ritrova ora a scrivere di videogiochi di carte! I giochi di riflessione sono la sua passione e vorrebbe crearne uno in futuro!

Controlla anche

DreamHack Summer 2018

DreamHack Summer 2018 – Dall’Hearthstone grand Prix al MSB

Esattamente come nelle sue edizioni passate (l’ultima in ordine di tempo è stata quella di …