Home / Editoriali / Vedo e prevedo: Gli annunci dell’EVO
vedo

Vedo e prevedo: Gli annunci dell’EVO

Con la sola imposizione delle mani…“, citando il mitico Mago Oronzo di Mai Dire Gol che, in queste righe, torna un nuovo appuntamento con “Vedo e prevedo
Si ritorna a Las Vegas, la città dei casinò ritornerà ad ospitare la più grande rassegna dedicata al mondo dei picchiaduro.
L’EVO 2022 aprirà le sue porte nel prossimo weekend con nove titoli presenti nella line-up principale più una lunga serie di tornei che caratterizzeranno il Vortex, la costola che un tempo, era chiamata AnimEVO.

Tre giorni di tornei ma anche di attese relative ai possibili annunci provenienti dalle varie case presenti nella rassegna della location del Nevada.
Annunci che sono il focus di “Vedo e prevedo” dove cercheremo di formulare ipotesi sui possibili arrivi presentati sullo stage del Mandalay Bay.
Ipotesi di due generi, uno elaborati su elementi già resi noti e altri su sogni e/o fantasie che ipoteticamente potrebbero diventare realtà.

Capcom

Alla voce “Solide Basi” vi è Capcom e il suo Street Fighter 6 che sarà presente, nel suo tour di presentazione, anche in Nevada.
Una nuova session test, come già realizzati in altri lidi, per permette a più persone di provare il nuova capitolo in uscita il prossimo anno.
Su quali elementi, la domanda che ci poniamo è: Cosa presenterà Capcom in merito a Street Fighter 6?
La risposta più logica sarebbe collegata alla presentazione di due personaggi, uno della serie storica e l’altro dalle novità annunciate.
Un duo che potrebbe essere Cammy, visti i tanti leak mostrati in questi mesi, e di Kimberly, una delle nuove aggiunte proveniente dagli States.
Sognando ad occhi aperti, invece, presentare la sola Cammy ma, ad essa, l’annuncio di una Open Beta, già quest’anno, potrebbe essere la news che può far esplodere l’arena.

Bandai Namco

Dici Bandai e la prima cosa che pensi, legato al mondo dei fighting games, è solo una parola ossia Tekken.
Il settimo capitolo dell’iconica saga non ha altre argomentazioni da fornire visto che da più di un anno che non viene rilasciata una patch.
La speranza di tutti è ovviamente l’arrivo di un nuovo titolo della saga, in primis il tanto desiderato Tekken 8.
Un teaser trailer o un long trailer con la presentazione dei primi personaggi storici, ad esempio, Jin e dei ultimi arrivati come Lidia.

Nel mondo della fantasia, stanno salendo le quotazioni di un crossover tra due franchising ossia il sopracitato Tekken e Virtual Fighter.
Un crossover che in questi mesi ha avuto varie dimostrazioni come la presenza di Seiji Aoki (Capo Produttore di VF5 Ultimate Showdown) in una puntata del Harada’s Bar.
Oppure l’arrivo delle skin a tema Tekken per il roster dell’ultimo capitolo della saga targata Sega.
Tanti piccoli elementi che potrebbero portare alla realizzazione di un progetto condiviso, cercando di evitare errori che possono portare al fallimento di esso (vedasi Tekken X Street Fighter).

Bandai Namco è anche Dragon Ball FighterZ ed Soul Calibur dove, per il primo, realisticamente parlando, potrebbe arrivare un grosso aggiornamento, collegato anche all’uscita dell’ultimo film dell’opera di Toriyama ossia Dragon Ball Super – Super Hero.
Per il secondo, invece, non è ancora arrivato il momento di rientrare in scena se l’ipotesi dell’arrivo di Tekken 8 diventi realtà.

Warner Bros/NetHerRealm

La coppia Warner/NetHer è il candidato perfetto per la categoria “Basse aspettative” in questo “Vedo e prevedo“.
Nomea ottenuta anche dalle recenti dichiarazioni di Ed Boon, il creatore di Mortal Kombat, il quale ha dichiarato che non ci saranno alcun annuncio riguardante la propria creatura.
Dichiarazioni che lasciano, però, un piccolo spazio aperto per quando concerne l’arrivo del terzo capitolo della saga Injustice.
Speranze collegate dall’operato della casa madre, attualmente impegnata sia con il rilascio di Gotham Knights che creare altri presupposti di successo per Multiversus.
Il fighting platform gaming sta diventando un titolo di successo tanto da meritarsi un torneo, side event, con montepremi da 100.000 dollari.

Arc System Works

Guilty Gear: Strive è il titolo maggiormente rappresentato in questa edizione eppure il mistero avvolge la casa nipponica.
La Season 2 è iniziata da qualche mese e gli annunci, molti di essi, sono stati resi noti durante la diretta per celebrare il primo anno del titolo.
Su tale evento che possiamo muoverci all’interno del campo delle ipotesi dove, in primis, riguarda il crossplay.
La possibilità di incontri tra PC e Playstation sarà valutata all’interno di un test che è previsto in questa seconda parte d’estate.
Il rilascio di un data per tale sessione portrebbe essere una buona base per altri annunci, relativi all’arrivo di qualche nuovo personaggio.
Sin Kiske, Slayer, Elphelt, Dizzy e Delilah sono alcuni dei nomi che circolano non insistenza e che soltanto nel weekend sapremo notizie certe.

Più che Strive, la nostra fantasia vola su altri titoli di ASW come DNF Duel e, in particolar modo, sulla saga di Blazblue.
Toshimichi Mori, creatore della serie, a inizio anno, su Famitsu, ha dichiarato che stava lavorando a un nuovo progetto, che esso sia un nuovo capitolo della saga?.
Per DNF, invece, confermata la sua presenza nell’ARCREVO 2022, vi è possibilità di annunci di qualche altro nuovo personaggio.

Type Moon

Anticipo la concorrenza” questo è la nomea di questo “Vedo e prevedo” fornito ai creatori di Melty Blood,ottenuto dopo gli annunci dello scorso weekend.
Altri due arrivi all’interno del roster di Type Lumina ossia Mash Kyrielight ma, sopratutto, Neco-Arc.

Con tali annunci, l’unica ipotesi che possiamo formulare riguardo la Type Moon virano su un altro titolo di nostra conoscenza ossia UnderNight.
Seppur Under Night In-Birth Exe:Late[cl-r] sia stato rilasciato soltanto due anni, siamo maturi i tempi per una nuova linea della saga.
Non un nuovo capitolo dedicato alle gesta di Hyde e Linne ma un nuovo arco narrativo con nuovi protagonisti e vecchie conoscenze.

Le altre tre

La chiusura di questo lungo “vedo e prevedo” dedicato all’EVO è dedicato alle altre tre case che sono presenti in quel di Las Vegas.
SNK con King of Fighters XV, Cygames con Granblue Fantasy Versus e Revenge Labs per Skullgirls.
Su queste tre il focus è particolarmente ridotto, dove ognuna ha le proprie motivazioni riguardanti il poco interesse.
Il primo perchè solo la scorsa settimana ha annunciato l’arrivo, questo mese, del Team Awakened Orochi all’interno del roster.

Il secondo, impegnato nella lavorazione di quel Granblue Fantasy: Relink, ora programmato per il 2023.
Il terzo , invece, rappresenta un grosso punto interrogativo visto che Black Dahlia, l’ultima in termini di annunci, arriverà soltanto alla fine dell’anno.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Multiversus

Multiversus scalzerà Super Smash Bros?

La categoria dei platform fighting games ha un solo nome che, in questi anni, domina …