Home / Esport / EVO 2022: Street Fighter made in Japan
Strive

EVO 2022: Street Fighter made in Japan

La Santissima Trinità prosegue il proprio cammino dove, dopo Tekken 7, è stato il turno di Street Fighter V.
Il titolo Capcom si presenta all’EVO anche in evento di evento principale del circuito Major della Capcom Pro Tour.
Il primo e, al momento, unico Offline Major presente in calendario, il quale fornisce il pass diretto per le finali mondiali.
Occasione ghiotta in cui la rappresentanza del Sol Levante è stata assoluta protagonista con quattro suoi elementi a raggiungere Winner del tabellone.
Una sorta di Japan Cup per un posto alla Gran Final dove ad accedere a tale step è Kawano, il quale sconfigge Gachikun col punteggio di 3-2.

Uno scontro tra due giapponesi era lo scenario più probabile, viste le premesse indicate in precedenza, evento non accaduto per merito del campione del mondo in carica.
IDom riesce a conquistare il pass per l’ultimo atto attraverso una vera scalata della Lossers Bracket, iniziata ben prima della Top 8.
Tanti i nomi che hanno ceduto l’onore delle armi all’americano tra cui il sopracitato Gachikun, il quale alza bandiera bianca dopo il 3-1 dell’avversario.

Atto conclusivo del torneo di Street Fighter V in cui i due lottano ad armi pari, tanto da raggiungere il reset match, ottenuto dall’americano al quinto set.
Ultima sfida che, anche in questo frangente, mostra un perfetto equilibrio tra le parti, risolta solo al tiebreak dove a sorridere è Kawano.
Il nipponico, con Kolin, conquista il suo primo alloro all’EVO, battendo la Laura dell’americano, ottenendo anche il pass per le finali mondiali.

Arrivi già annunciati

Annunci che non mancano anche per quando concerne Street Fighter visto anche l’arrivo del sesto capitolo in programma il prossimo anno.
In questo ambito vengono presentati i trailer di new entry ossia Kimberly e di un personaggio già noto agli amanti del titolo ossia Juri.
Presentazione la cui attesa è rovinata dalla stessa Capcom, attraverso l’account ufficiale twitter della filiale tedesca, che aveva pubblicato, anzitempo, le immagini dei due personaggi.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Iron Leg

The Iron Leg 5: Punti per la Top 16

Nuovo appuntamento per il The Iron Leg 2022 la rassegna di tornei di Tekken facenti …