Home / Approfondimenti / Esports & Gaming Search 2021 by OIES & YouGov
YouGov

Esports & Gaming Search 2021 by OIES & YouGov

OIES, assieme alla YouGov, hanno pubblicato il report annuale dedicato al Gaming & Esports in Italia.
Analisi che mostra come il mondo dei videogames e quello delle sue competizioni crescono in affluenza.
Una prima dimostrazione lo si trova nella percentuale di gamers italiani che passa dal 62% dello scorso anno al 66% del 2021.
Un aumento del 4% dove il mondo Esports italiano si difende in maniera egregia con una stabilità dei vari indici.
Sei milioni di italiani sono interessati al mondo delle competizioni videoludiche, di questi solo un milione si definisce iperfan.
Un esercito a prevalenza maschile ma con una quota femminile sempre ben rappresentata, raggiungendo il 35% del totale.

Una vasta schiera di giocatori ed appassionati dove i titoli sportivi trovano il loro terreno florido in termini di sviluppo.
FIFA si conferma come il gioco più osservato e giocato dalla platea italiana con valori pari al 63% (nel primo caso) e 18% (nel secondo).
Il titolo EA mantiene un certo margine su Formula1 che si ferma al 45% e al 10%, terza piazza per Call of Duty mentre è in risalita Pokemon.
L’uscita di Pokemon Unite e l’arrivo del primo campionato italiano hanno portato la saga al quarto posto con indici pari al 51% e al 9%

Il dato che più risalta all’interno dell’analisi realizzata da OIES & YouGov riguarda l’audience relativa agli esportivi.
Se nella fascia 25/34 anni, le vari competizioni si collocano al 25°posto col solo il 12% d’interesse, le cose cambiano nella fascia precedente.
L’utenza compresa tra i 18 e i 24 anni guarda gli eventi esportivi, un amore che li colloca al 9°posto con 23%.
Un risultato importante visto i nomi che sono alle loro spalle come la NBA o eventi di grande prestigio come Wimbledon o il Tour de France.

Considerazioni 

La ricerca OIES & YouGov mostra come il mondo del Gaming italiano sia in forte ascesa mentre l’universo Esports rimane in una condizione di stabilità.
Una sorta di stasi legata, principalmente, alla mancanza di eventi esportivi sul territorio nazionale, ciò dovuto all’emergenza sanitaria ancora in corso.
A ciò si aggiunge anche lo scarso interesse da parte dei media tradizionali verso questo universo dove, solo nei ultimi mesi, si sta iniziando a muoversi qualcosa.
Articoli all’interno di quotidiani nazionali o servizi nei più importanti telegiornali rappresentano una base per una crescita verso quelle fasce di utenza ancora riluttante.

 

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

TEO

TEO PC Games Impact Index: Terzo trimestre

Un nuovo trimestre si è concluso è il The Esports Observer, meglio conosciuto come ,TEO, …