Home / Approfondimenti / Rostermania 2021: Una fine, un principio
Rostermania 2021

Rostermania 2021: Una fine, un principio

L’orologio ha scoccato l’ora fatidica, il 17 Novembre è inizia ufficialmente quella fase tra due stagioni in cui i sogni di mercato diventano realtà.
La Rostermania 2021 è iniziata in questa settimana dove free agent e giocatori in cerca di team sono gli argomenti più trattati in questo periodo.
Tante trattative, conferme e smentite in cui cercheremo di fare un piccolo sunto sulle questioni più in vista.
Un LoL Mercato dove pure le lunghe storie d’amore, quelle che non abbiamo una fine, trovano il loro epilogo.

Never forget but live goes on

Martin “Rekkles” Larsson e Luca “Perkz” Perkovic, due autentiche bandiere del League of Legends europeo sono i volti di copertina di questa prima parte di Rostermania 2021.
Battaglie, vittorie, gioie e sconfitte sono stati gli ingredienti di questa sfida tra queste due leggende, uno scontro che non avrà replica, a livello continentale.
I due giocatori, infatti, scrivono la parola fine alla loro disputa, annunciando la fine del loro rapporto d’amore che li legava ai G2 Esports e Fnatic.
Una storia lunga cinque anni per il croato alla corte spagnola, ben più lunga quella dello svedese il quale ha avuto inizio nel 2012.

Per loro due, il percorso del mondo competitivo segna una nuova tappa, creando una sorta di destino incrociato.
Ad approdare alla casata dei samurai è proprio Rekkles, il quale la voglia di tornare a vincere + stato il fattore dominante per tale scelta.

Il croato ,invece, decide di volare in America, in cerca di nuove avventure, accettando la corte dei Cloud9, i quali lo riportano alla midlane, rilasciando Nisqy.

In questa storia, per essere sancita la sua conclusione, manca di un ultimo capitolo riguardante il sostituto di Rekkles ai Fnatic.
Molte sono le voci che circolano attorno a vari nomi, ad Upset (ex Origen) ad ipotesi suggestive come Deft dei DragonX

La giostra dei Toplaner

Un ruolo particolarmente caldo all’interno di questo primo scorcio del Rostermania 2021 è quello del Top Laner.
Una figura che, attraverso una serie d’eventi , è divenuta ricercata da parte di molti team che vogliono tornare o confermare il loro status di leader.
Ciò iniziato da parte dei TSM, i quali, dopo la bruciante eliminazione dei Worlds, hanno deciso d’iniziare una nuova rivoluzione. 
Ritirato Bjergsen, i bianconeri hanno iniziato la loro ricerca anche del Top Laner dopo l’addio di Broken Blade, tornato in Europa.
Per sostituirlo, tutti gli indizi conducono ad Huni degli Evil Geniuses, il quale cambierebbe casacca per la terza volta nel giro di pochi mesi.
Ciò dimostrato anche dal probabile approdo di Impact agli EG, dopo tre anni di militanza all’interno dei Team Liquid.  

Tali eventi hanno dato via ad una vera giostra con tanti player di tale ruolo a trovare una nuova destinazione.
Lo stesso Broken Blade è pronto ad accettare la corte dei Schalke04, i quali hanno detto addio a Odoamne.
Il rumeno è approdato all’interno dei Rogue in sostituzione di Finn, il quale ha deciso di viaggiare in America accettando l’offerta dei Counter Logic Gaming.
In caccia anche i Mad Lions dopo l’addio di Orome mentre gli Astralis (nuovo team che sostituisce gli Origen) salutano Alphari (volato agli Immortals) ed acquistano WhiteKnight dai BiG.

I sogni proibiti e il caos T1

L’ultima parte di questa prima puntata dedicata al Rostermania 2021 è incentrata sulla Corea del Sud.
Le LCK, tornate sul trono dei mondo grazie ai DAMWON Gaming, stanno vivendo ore frenetiche per via di tre particolari storie.
Le prime due riguardano Nuguri e Chovy, due stelle di prima grandezza del firmamento nazionale che hanno deciso, per il momento, di essere free agent.
Il toplaner campione del mondo e mister KDA 1oo ai tempi dei Griffin hanno deciso di lasciare i già citati Damwon e i DragonX.
Per entrambi, una delle destinazioni plausibili è quella della Cina dove continui rumor li vedono compagni di squadra all’interno dei BliBli Gaming,

Chiusura di puntata dedicata ai T1, il team di Faker è al centro di numerose polemiche legate principalmente al coaching staff.
Usciti di scena Comet e Kim (quest’ultimo ai BliBli) la formazione coreana ha iniziato a stringere contatti con Nick “LS” Di Cesare.
Un chiacchierata per un possibile approdo con il coach/streamer ha scatenato le iree dei fan dei T1 i quali hanno protestato vivamente tale situazione.
Eventi che ha il condotto il management a virare su altre soluzioni come l’arrivo di Zefa, coach campione del mondo uscente e del ritorno di Bengi come trainer dell’accademy,

Scelte a cui sono state accompagnate da vari annunci da parte dello stesso team riguardante chiarimenti sul caso LS.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

LoL World 2020 #39

LoL World 2020 #39 : L’eredita del mondiale

Lo scorso Sabato, i Damwon Gaming si sono incoronati campioni del mondo battendo i Suning …