Home / Approfondimenti / Esports anno 2019 Parte IV: La stagione italiana
stagione italiana

Esports anno 2019 Parte IV: La stagione italiana

L’ultima parte di questi riassunti dedicati al 2019 italiano ha come protagonista la stagione italiana nelle varie competizioni messe in scena quest’anno.
Una stagione caratterizzata da due doppiette all’interno dei campionati organizzati da PG Esports ossia League of Legends e Rainbow Six: Siege.
I Campus Party Sparks arrivano da debuttanti all’interno delle PG Nationals e cambiano i valori presenti in quella competizione.
Due vittorie su due per la formazione bergamasca che pone le basi verso una crescita verso lidi europei ancora inaccessibili per i gialloblu.

I Mkers invece confermano ciò quando visto all’interno delle varie competizioni organizzate da Ubisoft Italia.
Dominati in qualsiasi scorcio di stagione, il team romano conquista le prime due edizioni del Six Nationals, affermazioni con forti ambizioni verso l’estero.

Equilibriate, invece le due sessioni delle EVC di ESL Italia, ben sei tra team o loro rappresentanti a scrivere il loro nome nell’albo d’oro.
Samsung Morming Stars, Qlash Forge, HSL Esports, MOBA ROG, Cyberground Gaming e Outplayed, un’ampia varietà presente nei sette campionati presenti nelle due stagioni.

Affermazioni all’estero

I colori azzurri hanno iniziato a diffondersi anche all’estero per via delle affermazioni di giocatori e team in varie categorie.
Detto della stagione rosso-azzurra all’interno dei sim racing e del 2019 di Reynor, il tricolore ha sventolato dall’Oriente alle Ande in particolar modo nei titoli calcistici.
Ettore “Ettorito” Giannuzzi e Diego “Crazy” Campagnani sono i portabandiera di questa nuova era con il primo con la vittoria alle WESG e la conferma ai vertici di PES 2019.
Risultati che hanno portato l’occasione di poter gareggiare nelle prossime competizioni Konami con la maglia della Juventus.
Il secondo invece ha seguito un percorso più arduo iniziato dal podio conquistato in Spagna con la eLiga Stagione 18/19.
Un punto di partenza che ha portato dapprima ad essere tra i top per poi diventare capolista della classifica dedicata alla console Sony in FIFA 20.

Fut Champions Cup

Non solo Calcio, anche i piacchiaduro hanno avuto il loro spazio all’interno di questa stagione italiana all’estero.
Le affermazioni di atleti italiani in vari tornei europei del Tekken World Tour e il piazzamento di AsodiMazze al Viennality in quel di Mortal Kombat 11.
Tanti risultati che hanno sperare al meglio per la stagione in arrivo anche in altri titoli di tale categoria.

In ultima, ma non per importanza, l’affermazione degli HSL Esports all’interno delle Overwatch Contenders EU, una vittoria storica per l’intero movimento italiano.
Primo team azzurro a raggiungere tali vette il quale può rappresentare un  trampolino di lancio verso la Overwatch League.

Talenti all’estero

L’ultima parte di questo recap dedicato alla stagione italiana è dedicato ai talenti azzurri che, grazie alle loro prestazioni hanno ottenuto ingaggi all’estero.
Parliamo di Giulio “Cybe8” Bavaresco, giunto ai K1CK Esports Club in quel di Apex Legends o di Marco “VengeuR” Ragusa, talento di Quake acquistato dai Myztro Gaming,
Altri due prospetti azzurri invece volano negli States: Edmondo “DragonEddy” Cerini, neo acquisto dei Boston Uprising Academy e Daniele “Jiizuke” Di Mauro che si trasferisce agli Evil Geniuses.

DragonEddy

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

futuro

LoL World 2020 # 37: Prepararsi al futuro

I Worlds 2020 sono in corso di svolgimento a Shanghai ma il competitivo di League …