Home / CCG / WESG 2019: Ettorito brilla tra le stelle di Chongqing
WESG

WESG 2019: Ettorito brilla tra le stelle di Chongqing

Nel weekend appena trascorso, i WESG 2019 hanno visto brillare tra le stelle del loro firmamento anche quella di Ettore “Ettorito97” Giannuzzi. Il giocatore dei Celtic Glasgow è stato il dominatore della competizione di PES 2019 nella quale partiva da favorito, confermando le indicazioni della vigilia.
Nell’ultimo atto della competizione Giannuzzi ha affrontato il brasiliano Wanderley “alemao” Gomes, riservando al carioca lo stesso trattamento fatto agli avversari precedenti. Il 2-0 nel primo game è stato fieno in cascina per Ettorito, che si è poi imposto per 3-2 nella seconda partita portandosi a casa i 25.000 dollari di primo premio.
Per l’italiano si tratta per primo successo del 2019, un ottimo inizio in vista delle fasi finali della PES League e della eFootball.Pro. A completare il podio un altro pezzo d’Italia rappresentato dal serbo Marko Rokstic dei Mkers, che ha sconfitto l’iraniano Hassan Pajani guadagnando la medaglia di bronzo della competizione.

Nonostante le assenze importanti (in primis gli ENCE di CS:GO) ai WESG 2019 non sono mancati spunti interessanti, in primis nel torneo di Dota 2. Quest’ultimo è stato vinto dai filippini TNC Predator che, anche con l’assenza di KuKu, hanno lasciato poche briciole agli avversari, vincendo la competizione da imbattuti e chiudendo l’evento con un secco 2-0 ai danni dei locali Keen Gaming. Terzo posto per il Team Ucraina, che ha invece sconfitto i White Off (ossia 4/5 dei Virtus.pro con l’aggiunta di Afoninje dei Gambit).

wesg 2019

Nella giornata di sabato si sono susseguiti i successi del canadese Ryan “PurpleDrank” Murphy-Root dei GamerzOrigin, vittorioso sul taiwanese Tomohisa Yamashita nel torneo maschile di Hearthstone, e della coreana Hongda Ye, che si è invece imposta sulla belga Kalin “BabyBear” Cassie Sarah in quello femminile.
Vittoria anche per i Tribe Gaming nella finale del torneo di Vainglory, nella quale hanno battuto i coreani Ace Gaming per 2-0.

La chiusura dei WESG 2019 è stata riservata ai tornei di StarCraft II e CS:GO. Nel titolo Blizzard, finale emozionate tra il campione del mondo Serral e Innovation, vincitore della precedente edizione. Dopo oltre un’ora di gioco e una Cyber Forest durata oltre trentacinque minuti, a spuntarla è stato il terran coreano per 4-3. Il giocatore ha in questo modo bissato il successo dello scorso anno.
Terzo posto per la canadese Scarlett, che ha sconfitto per 2-3 l’altro coreano  Maru.

Nella finale piena di sorprese di CS:GO, a sfidarsi sono stati i polacchi AGO Esports e i bulgari dei Windingo. Il team bulgaro è stato capace di sovvertire i pronostici, sconfiggendo i polacchi per 2-1Medaglia di bronzo per i G2 Esports, vittoriosi per 2-0 contro i Fnatic, frastornati dalla sconfitta in semifinale contro gli AGO.
Nel torneo femminile, successo sul fil di lana per le americane Counter Logic Gaming Red, che conquistano la coppa grazie al 16-14 inflitto alle russe Lazarus Esports.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

The international 2019 Qualifier

The International 2019 – Group Stage: il primo giro di valzer

L’attesa è terminata, il torneo col montepremi più ricco al mondo è iniziato. A Shanghai …