Home / Interviste / Ata: Tanta sofferenza ma sempre vittoriosi
Ata

Ata: Tanta sofferenza ma sempre vittoriosi

Il palcoscenico milanese è stato teatro del secondo successo consecutivo ai Nationals da parte dei Mkers.
Affermazione che rafforza lo status di dominatori del Rainbow Six italiano da parte di Sloppy e compagni.
Vittoria che ci viene raccontata da Matteo “Ata” Vassolo, team manager della formazione romana.

TGM Esports: Back to Back completato, ad inizio stagione avevate ipotizzato un finale del genere?
Ata – Assolutamente sì, cambia il nome della competizione ma per noi questo è il quinto campionato ufficiale organizzato da Ubisoft nonché la nostra quinta affermazione in tali eventi.

TGM Esports: Parlando della finale, avete sofferto di più rispetto alla finale della sessione estiva?
Ata
–  Sì finale più sofferta rispetto alla precedente per merito dei nostri avversari.
Si erano preparati molto bene per la partita e sopratutto non si sono abbattuti dopo la sconfitta su Kafe Dostoyevsky, fondamentale in una Best of 5.

TGM Esports: Nel corso del match, avete avuto un blackout su Coastline, cosa è successo in quel frangente?
Ata
– Tutto spettacolo! Scherzi a parte probabilmente eravamo convinti di aver già vinto la partita.
Una convinzione scemata dopo aver visto i primi round non andare per il verso giusto e ci ha innervositi più del dovuto.
L’effetto valanga su quella mappa è stato inevitabile e terminato quel set siamo risaliti sul palco con l’attitudine di sempre e con la consapevolezza che si non concedere altro ai nostri avversari

TGM Esports: Parlando della stagione regolare, essa è stata performante ma non come quella esiva, come mai questo abbassamento di qualità?
Ata – In un formato BO1 tutto può succedere, dalla giornata no a l’avversario estremamente preparato per quella partita su quella specifica mappa.
Tante considerazioni che, a inizio sessione ci siamo posti come risultato di arrivare ai playoff durante la prima parte in prima posizione.
Sapevamo che qualsiasi avversario ci fosse venuto contro in una partita al meglio delle tre non avrebbe avuto scampo.

TGM Esports: Forse avete avuto questo calo anche a causa dell’accumularsi dei vari eventi che avete preso parte?
Ata –
Abbiamo avuto un periodo pieno di competizioni europee in contemporanea al PG dove abbiamo raddoppiato le sessioni di allenamento per riuscire a star dietro ai nostri avversari.
Ciò ha portato a non avere un giorno libero da allenamenti una volta al mes e ci siamo concentrati maggiormente sulle competizioni estere.
Tale approccio non ha giovato alle nostre prestazioni durante il PG Nats dove abbiamo si vinto la maggior parte dei match ma potevamo sicuramente fare meno errori.

TGM Esports: La vittoria delle Nationals che fornisce morale in vista del Closed Qualifier per il Six Invitational, che aspettative avete a riguardo?
Ata – I 16 migliori team d’Europa (19 se contiamo i già qualificati Empire, NaVi e Giants n.d.i) a confronto per un solo posto.
Sarà sicuramente l’occasione per capire l’andazzo dei vari team nel prossimo anno in quanto tutti quanti da adesso sono costretti a rivelare le proprie carte.
Sicuramente non siamo i favoriti ma sappiamo di poter far bene, ogni match sarà una finale quindi partita dopo partita vedremo cosa succederà.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Cellini

Cellini: Partiti senza timori per ottenere la vittoria

La scorsa settimana si p svolta la prima finale delle EVC Spring 2020 con la …