Home / Interviste / Rivoluzione per giungere alla vittoria, parola di coach Cristo
Cristo

Rivoluzione per giungere alla vittoria, parola di coach Cristo

Realizzare un back-to-back è impresa ardua, sopratutto se l’inizio della stagione è stato tribolato. Ci siamo fatti raccontare da Cristofaro “Cristo” Di Maggio, coach degli Sparks Campus Party, la conquista della stagione estiva dei PG Nationals di League of Lengends con il successo al Teatro Olimpico di Roma.

TGM Esports: La stagione non era iniziata nel migliore dei modi, eppure siete riusciti a compiere un’impresa storica. Congratulazioni!
Cristo
: Grazie mille per i complimenti, tanto del merito sul back to back è da dare al formidabile gruppo di lavoro che siamo riusciti a costruire dopo tutte le difficoltà a inizio split, rivoluzionando il nostro team sia cambiando il roster che con la consapevolezza delle abilità di tutti, al fine di non dipendere più dal singolo ma dal vincere come team.

TGM Esports: Qual è stato il punto di svolta che ha cambiato l’esito della stagione?
Cristo: Ironicamente, il dover trovare nuove soluzioni dopo le divergenze tra Endz e il resto del team.
Ciò ha risvegliato tante caratteristiche in loro che erano assopite affidandoci alle sue performance altalenanti, trovando stabilità e ordine nella nostra nuova sfaccettatura.

TGM Esports: Ciò vi ha portato a un terzo posto e al mancato accesso diretto alle semifinali. Un motivo in più per spingere sull’acceleratore nei playoff
Cristo
: Nell’ultima settimana sapevamo di guadagnare molto probabilmente solo il terzo posto, ma avevamo le idee chiare su quanto potenziale e quanto effetto sorpresa potessimo portare nei playoff,
Vincere i quarti era un obbligo ma vincere la semifinale è stato il vero “acceleratore” al morale della squadra

TGM Esports: La finale contro gli Outplayed ha mostrato una faccia più metodica del team. In che modo hai cambiato l’atteggiamento in game?
Cristo
Arrivati alle finali, eravamo preparati ad un approccio più metodico dei game che ci aspettavano.
Abbiamo studiato molto le loro abitudini e siamo riusciti ad incastrare i nostri punti forti game dopo game.
La vera sorpresa è stata poter giocare 4 blue side di fila (il nostro WinRate era molto più solido da quel lato grazie alle nostre draft incentrate su power pick).
Non ho fatto nient’altro che ricordare ai ragazzi come svolgere la pratica nello stesso modo che si era fatto in allenamento, il loro atteggiamento si è mantenuto solido e positivo per tutta la serie.

TGM Esports: Ora per voi l’orizzonte si chiama European Masters, un’occasione per migliorare dopo il non felice risultato della scorsa stagione.
Cristo
: Orizzonte che stavolta vediamo più concreto e con più esperienza.
Sappiamo di dover fare uno step up enorme per rappresentare l’Italia e siamo pronti alle critiche dei più e meno esperti sul nostro passato, speriamo solo di cancellarlo per dare spazio a degli Sparks differenti.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Leask

From Zero To Hero: Parola a Leask e ai Moba ROG

Nel fine settimana appena trascorso, l’Esport Fest di Roma ha regalato la prima affermazione nei …