Home / Esport / F1 Esports Series 2019: il mondiale è rosso.
Esports Series 2019

F1 Esports Series 2019: il mondiale è rosso.

La stagione 2019 dei sim racing giunge alla conclusione con l’ultimo stage delle F1 Esports Series 2019 all’interno della GFinity Arena di Londra.
Dopo la terza tappa avevamo David Tonizza su Ferrari e la Red Bull in testa nei loro rispettivi campionati.
L’ultima puntata vedeva le piste di Suzuka, Austin e Interlagos protagoniste nelle lotte per decidere i vari campioni del mondo.
Il circuito giapponese ha indicato che la strada per l’incoronazione è ancora lunga con dimostrazione avuta nella vittoria di Rasmussen (Red Bull) e il quarto posto di Tonizza.
Affermazione che consente al danese di accorciare le distanze con Red Bull che fa ulteriore passo verso il titolo costruttori attraverso l’ottavo posto di Tormala.
Nella top 10 giapponese, punti anche per Enzo Bonito, il pilota della Mclaren giunge al nono posto.

Tori americani

Il circuito delle Americhe di Austin decreta il primo titolo di queste F1 Esports Series 2019.
L’ipoteca giapponese diventa certezza texana per la Red Bull che, con il secondo successo di Rasmussen conquista il titolo costruttori.
Il danese con questa vittoria si avvicina ulteriormente a Tonizza, il quale termina in quinta posizione dopo aver finito la gara al terzo posto.
Una retrocessione dovuta ad una penalizzazione di tre secondi per le numerose ammonizioni subite.
Continua invece la buona giornata di Bonito, che  conquista il primo podio stagionale con il secondo posto, ottenuto dopo una furente lotta con lo stesso Tonizza, Leigh e Opmeer.

In Brasile esce il rosso

La tensione accumulata in queste due gare da parte di Tonizza si trasforma in gioia nell’ultima gara disputata in Brasile.
Il secondo posto ad Interlagos dietro all’ungherese Bereznay (Alfa Romeo) e la contemporanea decima posizione di Rasmussen, consentono al pilota Ferrari di conquistare il titolo piloti.
La casa di Maranello festeggia nel migliore di modi il debutto all’interno della costola videoludica della Formula 1.
Tonizza conquista i 500.000$ di primo premio con 184 punti e un distacco di 13 lunghezze su Rasmussen.

 

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Blast Premier Spring

Blast Premier Spring 2020 – Gruppo C: il fattore G

Terzo ed ultimo girone di qualificazione per le finali di Mosca delle Blast Premier Spring …