Home / Reportage / Inaugurato l’eSport Palace di Bergamo, casa dei MorningStars | Reportage

Inaugurato l’eSport Palace di Bergamo, casa dei MorningStars | Reportage

Sebbene sia stata inaugurata ufficialmente soltanto ieri, già da un mesetto circa anche Bergamo può vantare la propria sala LAN. Si tratta dell’eSport Palace, situato in Via Giosuè Carducci 4, proprio di fronte alla facoltà di economia cittadina.

L’edificio non è solamente un ritrovo per giocatori casual. Nonostante la Level One si sia preparata ad accogliere tutti i tipi di appassionati di videogame, l’esport è una parte fondamentale dell’intero progetto.
All’interno del palazzo, infatti, non tutti i PC sono “aperti al pubblico”. Alcuni fanno parte di una vera e propria “palestra videoludica”: quella dei Samsung MorningStars.

Da ritrovo per videogiocatori…

Il progetto iniziale dell’eSport Palace è nato dalla mente di 4 giovani imprenditori: i fratelli Rodrigo, Gerson e Mauricio Enriquez e la fidanzata di quest’ultimo, Paula Vida.

«Noi veniamo dalla Bolivia.» ci ha raccontato Gerson durante la nostra visita, avvenuta una settimana prima del “taglio del nastro”. «Da studenti andavamo a giocare il fine settimana in sala LAN e adoravamo perdere le giornate su Dota. Spesso ci capitava di ordinare direttamente lì qualcosa di veloce, come una pizza, da mangiare tra una partita e l’altra. Penso che l’idea sia partita proprio lì. Ci siamo chiesti come mai non ci fosse un posto dove si potesse non solo giocare, ma anche bere e mangiare. Una volta trasferiti qui in Italia non abbiamo trovato molti posti simili e abbiamo creato il progetto: una piccola sala LAN con un piccolo punto di ristoro».

Quella semplice idea, pian piano, è cresciuta sempre di più. A cambiare le carte in tavola sono stati gli incontri con i primi sponsor, che hanno permesso ai ragazzi di Level One di ampliare il progetto sempre di più.

«Essendo giovani e avendo poche risorse, a guidarci era praticamente solo la passione» ci ha spiegato Gerson. «Con il tempo però le cose sono cambiate. Mio fratello ha conosciuto delle persone, noi abbiamo conosciuto AK Informatica, e gli abbiamo presentato il progetto. La nostra piccola sala si è quindi trasformata a poco a poco in qualcosa di più. Il destino ha voluto che Samsung volesse investire e grazie, a una serie di circostanze, siamo riusciti a creare l’eSport Palace di Bergamo.»

foto di facebook.com/esportpalace

… a palazzo dell’esport

Gli sponsor dell’eSport Palace sono tantissimi. Oltre Samsung e Ak Informatica ci sono infatti Intel, Msi, Sparco Gaming, D-Link, Zotac, Cooler Master, Adata, Thrustmaster, Monster Energy Drink, InternOne e anche le parthership con Tom’s Hardware e BergamoNews.

L’edificio, che prima ospitava un ristorante, è stato completamente ristrutturato e ora tutti e 3 i suoi piani sono interamente dedicati ai videogame e ai suoi appassionati.
Al piano terra ci sono un piccolo store di AK Informatica e il bar-ristorante, nel quale è possibile mangiare e bere mentre si assiste a qualche partita in streaming.
Al primo piano, invece, troviamo la vera e propria sala LAN. 40 postazioni PC, 2 di console, una di simracing e e persino un palco con maxi schermo per eventi futuri. La stessa AK Informatica ha da poco organizzato al suo interno un nuovo campionato in collaborazione con Porsche, la e-Carrera Cup Italia, riservato a tutti i fan dei simulatori di guida.

esport palace

Al secondo e ultimo piano dell’eSport Palace, infine, c’è la “casa” dei Samsung MorningStars.
La squadra ha costruito al suo interno la propria gaming house, nella quale ha iniziato ad allenarsi già dai primi mesi del 2018. È dietro una semplice porta in legno scorrevole che, quotidianamente, i 12 membri dei Blue e dei Black di Overwatch si ritrovano, fanno solo Q, scrim e streaming.

I risultati di questo grande investimento non hanno tardato ad arrivare. Proprio durante l’inaugurazione di ieri sera, il team Blue ha messo a segno un traguardo storico: diventare il primo team a giocarsi un posto in “serie B” nei Contenders Trials. Un’occasione perfetta per unirsi nel migliore dei modi ai festeggiamenti.

 

Volete scoprire di più sui Samsung MorningStars e la loro gaming house? Allora non perdetevi il nostro speciale interamente dedicato alla nostra visita all’eSport Palace sulle pagine cartacee di The Games Machine. Il numero 356 della rivista arriverà nelle edicole di tutta Italia (fisiche e digitali!) nel mese di giugno.

Commenti

Altre info su Erica Mura

Dopo aver terminato i suoi studi in giornalismo continua a stare ore a giocare al PC, ma con meno sensi di colpa. Adora i videogame perché ama immergersi nelle atmosfere magiche di qualsiasi mondo fantasy - da Lordran a Runeterra, da Atreia alla Sardegna. Dal cibo, sua altra grande passione, ha portato all'interno delle sue esperienze videoludiche la predilezione per il sale.

Controlla anche

g2a

Radici – Un viaggio nella Polonia dell’esport insieme a G2A | Reportage

Nei 5 giorni spesi a gironzolare per la Polonia – su gentile invito di G2A – …