Home / News / Il finlandese Pankkonen vince il Volkswagen R DiRT World Championships

Il finlandese Pankkonen vince il Volkswagen R DiRT World Championships

Dopo mesi di gare e intensa azione anche DiRT ha incoronato il suo campione. La stagione inaugurale del titolo di simulazione incentrato sullo sterrato, iniziata questo febbraio, è giunta infatti al termine.
Per i giocatori un po’ più  attempati sarà più facile riconoscere il titolo, sviluppato e pubblicato da Codemasters, come l’ultimo dell’acclamata serie Colin McRae Rally. Non sorprende perciò che il campionato abbia visto la partecipazione di oltre 20 mila di appassionati. Tra loro, solo i migliori 6 piloti hanno avuto la possibilità di sfidarsi per pilotare una vera RX2.
A fare da cornice alle finali è stato un palco d’eccezione. L’ultima decisiva fase della Volkswagen R DiRT World Championships si è svolta alla Speedmachine festival, tenutosi nell’autodromo inglese di Silverstone.

Il migliore

Di fronte a una piccola folla di curiosi, tra i quali nientepopodimeno che la leggenda delle quattro ruote Sébastian Loeb, e accompagnati dal rombo dei motori delle auto presenti alla manifestazione, gli sfidanti hanno dato vita a una accesa competizione.

Nicholas Steere, Robin Sieren, Alejandro Aroca García, Joona Pankkonen, Anders Robin Jonsson e Quentin Dall’Olmo hanno mostrato il motivo per cui sono i migliori al mondo.

A decidere il campione è stata un’ultima agitata gare piena di adrenalina, influenzata parecchio dal peso di un traguardo sempre più vicino. Nelle precedenti sfide infatti nessuno dei piloti è riuscito a distanziare nettamente i propri avversari e il primo posto è stato sempre alla portata di tutti.
A trionfare infine è stata la costanza del finlandese Pankkonen, che è diventato così il primo campione del mondo di DiRT.

Commenti

Altre info su Gian Filippo Saba

Avido giocatore di qualsiasi genere possibile. Alto 1 metro e 80, pesante quanto un ramoscello d'ulivo, è fortemente convinto che la bravura ai videogames sia direttamente collegata al proprio indice di massa corporea. Nonostante ciò pensa ugualmente di esser il Prescelto in virtù di un sogno rivelatore avuto alla tenera età di 6 anni, in cui Crash Bandicoot gli rivelò i segreti del mondo videoludico.

Controlla anche

smite e paladins

I campionati di Smite e Paladins diventeranno LAN a partire dal 2019

In concomitanza con la chiusura della scena esport di HotS, altri due titoli sono pronti, …