Home / CCG / Heartstone Battlegrounds EMEA Cup: La prima europea
Battlegrounds

Heartstone Battlegrounds EMEA Cup: La prima europea

Debutto assoluto nel vecchio continente per la nuova modalità di Hearthstone ossia Battlegrounds.
L’esperimento visto durante la sessione estiva delle Gold Cup cinesi ha permesso Blizzard di portar il format anche in Europa.
Un test importante per il nuovo formato che ha trovato svolgimento all’interno delle Battlegrounds EMEA Cup.
In questa occasione, sedici giocatori, provenienti da inviti e qualifiche, sono stati sorteggiati nella formazione di otto coppie.
Tra i partecipanti, figura anche l’italiano Piero “Budilicious” Lombardi, in coppia assieme al bielorusso XQN.
Il duo italo-bielorusso riesce a comportanti in maniera ottimale, ottenendo la qualificazione alla Top 4.
Assieme a loro anche le coppie formate da RDU/Habugadu, Oliech/Aliexisdiesel e SilverName/GuDDammit.

Ultima fase delle Battlegrounds EMEA Cup in cui il maggior tasso tecnico dei vari professionisti ha prevalso su streamer e altri esponenti della scena del titolo Blizzard.
Ciò dimostrato dalla vittoria della coppia formata da rumeno RDU e dal finlandese Habugadu.
Una vittoria ottenuta principalmente grazie alle vittoria del rappresentante del G2 Esports che ha letteralmente dominato la contesa.
Quattro vittorie e un secondo posto nei otto round finali, prestazioni che hanno condotto RDU a conquistare la vetta con 42 punti.
Vittoria del duo ottenuta anche grazie alla conquista del primo round da parte del finlandese che regala la certezza della conquista del torneo.
Il duo distanza di cinque lunghezze la coppia guidata da Olliech, più distanziate le altre due con SilverName che agguanta il podio all’ultimo round.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Rage

RAGE GBVS Winter 2020: Spazio alla nicchia dei picchiaduro

Il movimento competitivo dedicato ai picchiaduro ha vissuto un 2020 tra la stasi e lenti …