Home / MOBA / Dota 2 / WePlay! Pushka League Season 1: L’alternativa al Pro Circuit
Pushka

WePlay! Pushka League Season 1: L’alternativa al Pro Circuit

Il competitivo di Dota 2 si rifugia presso alternative valide al Pro Cirtuit ufficiale, una scelta dovuta vista la non riapertura del circuito massimo.
Lo spostamento del The International 10 al al prossimo anno e la cancellazione delle ultime tappe della massima serie, ha spinto i team verso la partecipazione ai vari tornei presenti in calendario.
Uno di questi è la WePlay! Pushka League, una sorta di campionato dell’area CIS aperta anche alle formazioni europee.
Tale rassegna è entrata agli onori della cronaca per le vicende della Serie B con la squalifica dei Cyber TRAKTOR, rei di scommettere sui loro match.
Una seconda divisione che permetteva alle prime due di ottenere la promozione in Serie A, evento conquistato dai Vikin.gg e dal Team Unique.

Per due formazioni che salgono, vi sono altrettante che retrocedono, dove a retrocedere sono il secondo team degli OG (7°) e ai B8 (8°).

Chiusa la stagione regolare, la fase a doppia eliminazione porta con se una conferma ed una sorpresa, pronte a contendersi il titolo della prima stagione.
La conferma arriva dal Team Secret, Puppey e compagni dimostrano d’essere uno dei team favoriti alla vigilia.
Impressioni confermate anche nella sfida contro la vera outsider di queste Pushka League ossia il secondo team dei Virtus.Pro.
I VP Prodigy, partiti dalle qualifiche dell’area CIS, riescono a raggiungere la gran final pur uscendo sconfitti nella Winner Final contro gli stessi Secret.
DM e sopci, infatti, sconfiggono nella Lossers Finals il Team Liquid per 2-0, ottenendo cosi la possibilità di sfidare nuovamente i Secret.

Senza possibilità di risposta

L’ultimo atto della prima stagione della Pushka League si conclude con un monologo realizzato dai Secret che conquistano questa prima edizione.
Un 3-0 secco con cui la formazione europea batte la compagine della CIS, un dominio assoluto dimostrato anche nella durata dei tre set.
90 minuti dove soltanto il primo round, durato 45 minuti, è stato combattuto dove la maggior esperienza dei Secret è stato un dei fattori principali di tale vittoria.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Italian Esports

Italian Esports Awards 2020: Le nomination

Il Round One, evento realizzato da IIDEA e Pro Gaming, sta per arrivare e con …