Home / FGC / BlazBlue / Blaz Blue: Cross Tag Battle / EVO Japan 2020: Prime schermaglie preparatorie
EVO Japan 2020

EVO Japan 2020: Prime schermaglie preparatorie

I grandi campionati dedicati al mondo del picchiaduro stanno per tornare e i vari atleti iniziano a prepararsi attraverso grandi eventi preparatori.
Uno di questi è l’EVO Japan 2020, la terza edizione della costola nipponica del ben famoso EVO.
Disputato nella città di Chiba, la rassegna giapponese ha avuto sei competizioni come eventi principali della rassegna, compreso Smash Bros Ultimate.
Il popolare titolo della Nintendo ha infiammato la vigilia con il controller Pro messo in palio da Nintendo.
Una scelta della casa giapponese incline con la politica di non sostentamento del montepremi in denaro dichiarata tempo fa.
Elemento che non ha inciso sulla qualità della competizione dove a salire sul gradino più alto è stato Shuton con Olimar.
Il giocatore dei SunEater ha battuto in maniera netta per 3-0 il connazionale Kome con Shulk.

Leroy & Sakura

Protagonisti principali dell’EVO Japan 2020 sono stati Tekken 7 e Street Fighter V, attori di un capitolo della loro infinita sfida.
Nella competizione targata Bandai Namco erano presenti tanti protagonisti dello scorso Tekken World Tour nonché alcuni rappresentanti italiani.
Tre i portacolori azzurri in quel di Chiba dove Antonio Barbato e Vittorio Volante degli Manaskill e Michele Scuppa degli Esport Empire, concludono l’avventura giapponese attorno alla Top 150.

Le ultimi fasi del torneo registrano una netta supremazia del nuovo arrivato in casa Tekken ossia Leroy Smith.
Il nuovo personaggio è stata la scelta principale della Top 8 finale dove l’unica eccezione è rappresentata dalla sorpresa Mikio.
Il giapponese raggiunge la finale con Julia, una corsa verso la vittoria interrotta dal più quotato Book.
Un 3-2 che permette al thailandese di conquistare i quasi 10.000 dollari di primo premio e di arricchire la propria bacheca dopo l’affermazione ai SEA Games 2019.

Sorpresa invece in quel di Street Fighter V dove fra i tanti nomi importanti presenti sul palcoscenico di Chiba, a spuntarla è stato Nauman.
Il portacolori dei Detonation Gaming vince sul primo titolo assoluto dove il suo miglior piazzamento è stato una Top 16 al Last Chance Qualifier asiatico.
Nell’ultimo atto, la sua Sakura ha sconfitto la Karin di Mago per 3-0 dopo che quest’ultimo è riuscito ad ottenere il reset match per 3-1.

Le altre competizioni

Soul Calibur VI, Samurai Shodown e Blaxblue:Tag Cross Battle sono i restanti titoli presenti in questo EVO Japan 2020.
Competizioni dove si registra l’unico successo occidentale di questa edizione, realizzato dal BlueGod in quel di Soul Calibur.
Lo statunitense con Azwel il giapponese Yuttoto e la coppia formata da Raphael/Azwel con un secco 3-0.

Nelle ultime due competizioni successo per il giapponese kubo in quel di Blazblue mentre Gamera conquista il torneo di Samurai Shodown.

 

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

ALGS Summer Circuit: L’ultimo Regional

Ultimo Regional e penultima occasione per i team di accedere ai playoff del Summer Circuit …