Home / Esport / Griffingate: Riot Korea ha emesso le sentenze
Griffingate

Griffingate: Riot Korea ha emesso le sentenze

Il Griffingate è’ stato il caso maggiormente discusso durante i Worlds 2019,
Tale scandalo è arrivato come un fulmine al ciel sereno nella competizione che si svolgeva in Europa.
Una faccenda che ha turbato la formazione coreana impegnata nella competizione più importante del MOBA di Riot Games.
Le politiche dal sapor dittatoriale del manager Cho, rese pubbliche dal ex coach, ora ai DragonX, cvMax, sono state oggetto d’indagine sia dalla Kespa che da Riot Korea.
Indagini che hanno portato alla luce altre illegalità che hanno come attore principale lo stesso allenatore.
La filiate sudcoreana di Riot Games, nella notte italiana ha emesso le condanne che rappresentano un monito verso l’ecosistema competitivo locale.

Sentenze esemplari

Squalifiche a vita sia per il manager che per l’allenatore con il team multato per 100 milioni di won pari a 85.000$.
Le sentenze emesse da Riot Korea saranno effettive a partire dal 21 Novembre.
Le motivazioni del comunicato ufficiale del caso Griffingate mostrano come entrambi i soggetti abbiano agito con intendo criminale.
Azioni realizzate sia nel trarre vantaggio personale che infondere terrore all’interno del team.
I Griffin, invece, sono stati condannati per responsabilità oggettiva poiché non hanno denunciato il fatto alle autorità.
Una condanna con la condizionale visto che, nel caso di azioni simili future, Riot Korea può infliggere ulteriori azioni disciplinari.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

All Star

LoL weekend: All Star Game 2019 e Nexus Arabia

Mentre in italia, la stagione sta per volgere al termine, nel resto del mondo tali …