Home / Esport / Rift Rivals Red: Riscossa coreana tra le regioni asiatiche

Rift Rivals Red: Riscossa coreana tra le regioni asiatiche

Ad una settimana dallo scontro Europa vs Nord America sono state le regioni asiatiche a sfidarsi l’una contro l’altra all’interno del Rift Rivals Red. L’edizione 2019 ha visto il debutto del Vietnam all’interno della contesa che ha visto come protagoniste finora Corea, Cina e Taiwan. PhongVu Buffalo e EVOS hanno purtroppo dimostrato di essere ancora un po’ lontane rispetto ai più tecnici team cinesi o coreani ma, tutto sommato, non se la sono cavata male se messe a confronto con le squadre della LMS.
Flash Wolves ed I-MAD non hanno portato in patria alcuna vittoria, come anche le compagini vietnamite, e hanno chiuso il Rift Rivals Red con un passivo di 0-4.

Il palcoscenico di Seoul, quindi, ha presentano un nuovo capitolo della sfida tra Cina e Corea del Sud. Faker, Chovy e gli altri hanno approfittato dell’occasione per una tirare fuori le unghie dopo le recenti sconfitte subite contro i team cinesi. La vendetta si è consumata da copione. L’ LCK ha conquistato il Rift Rivals Red col punteggio di 3-1.
Tra le prestazioni degne di nota in questa finale, da segnalare quelle immacolate di Cuzz (3/0/8 con Karthus vs IG) e del duo degli SKT Clid e Teddy con Elise e Kalista contro i Top Esports.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

iNcontroL

Caster ed ex pro di StarCraft 2 iNcontroL muore a soli 33 anni

Per anni Geoff “iNcontroL” Robinson è stato un pilastro per l’intera community di StarCraft 2. …