Home / Esport / Cuban: “L’espansione degli esport è una minaccia per il fandom sportivo”

Cuban: “L’espansione degli esport è una minaccia per il fandom sportivo”

Il confine tra esport e sport tradizionali è ormai labile. Sempre più spesso team sportivi aprono le proprie sezioni videoludiche, una situazione che sta rendendo nervosi alcuni proprietari delle franchigie della NBA. L’ultimo ad aver espresso il proprio malcontento è stato Mark Cuban, proprietario dei Dallas Mavericks.

Rispondendo a un tweet di Noah Whinston, fondatore degli Immortals, il poliedrico imprenditore ha manifestato la propria frustrazione affermando che ormai i ragazzini conoscono più Fortnite che la NBA, nonostante tutto il lavoro svolto per invogliare i bambini a giocatore e conoscere la pallacanestro.
Seppur in possesso di una franchigia della NBA 2K League, Cuban ha mostrato un atteggiamento ambiguo nei confronti dell’universo videoludico competitivo, mostrandosi particolarmente preoccupato per l’alto tasso di burnout tra i giovani professionisti.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Worlds 2019

Decise le sedi dei Worlds 2019 di League of Legends

I Worlds 2019 di League of Legends si svolgeranno quest’anno in Europa, dopo quattro anni …