Home / MOBA / League of Legends / La Prima settimana del Summer Split EU LCS 2018 si conclude con ben 3 team in testa

La Prima settimana del Summer Split EU LCS 2018 si conclude con ben 3 team in testa

Una meta molto interessante ha accompagnato la prima settimana del Summer Split EU LCS 2018. L’inizio di questa nuova stagione è stato infatti segnato dall’arrivo nella scena competitiva della tanto rivoluzionaria, quanto contestata, patch 8.11. Bruiser e maghi hanno invaso la botlane e in alcune partite i jungler hanno lasciato il posto a un support che passeggia tra mid e top. La Landa degli evocatori sembra ormai esser diventata il terreno di sperimentazione per le più strampalate delle tattiche. Chi sarà stato in grado di adeguarsi più velocemente a quello che è stato probabilmente il più grande (e repentino) cambiamento di sempre nella storia del gioco?

La patch della discordia

Per chi si fosse perso la novità, tutto questo potrebbe sembrare quasi impensabile. Dall’inizio della seconda stagione, ogni partita di League of Legends ha sempre visto in campo dei ruoli predefiniti. Una volta consolidata la tattica europea di portare il carry botlane, non è mai successo che la meta deviasse in maniera decisa da questa strategia consolidata. A volte, nel corso del tempo sono avvenute delle sporadiche eccezioni. Per esempio, nelle passate stagioni è capitato che un campione, come Ziggs o Mordekaiser, potesse fare capolino sostituendo temporaneamente uno dei due carry.

Quest’anno però tutto è cambiato. Oltre l’arrivo di Pyke, l’ultima patch ha portato modifiche radicali alle statistiche di base e agli oggetti usati dai marksman. Di conseguenza gli ADC hanno perso la loro dominante laning phase, in favore di più danno late game. Il cambiamento poco si confà allo stile di gioco frenetico e rapido imposto proprio poco tempo fa. Non sorprende dunque che i carry abbiano lasciato davvero tanto della loro dominanza in mano ad altri tipi di campioni.

Non poco malumore è nato dai cambiamenti. Se da una parte in molti apprezzano la ventata di aria fresca portata dalla patch 8.11, molti si ritrovano completamente sopraffatti. Una posizione più che comprensibile se ci si mette nei panni dei giocatori che hanno affinato le proprie abilità come marksman nel corso di anni, per vedersi ora soppiantati da presenze in lane tanto pressanti da parire incontrastabili.

La prima settimana

A contendersi il primo posto dopo la prima settimana del Summer Split EU LCS 2018 sono ben 3 team.

I G2 hanno conquistato la prima posizione sconfiggendo Roccat e Splyce, mostrando di esser capaci di utilizzare al meglio Heimerdinger in bot lane, accompagnato prima da Fiddlestick e poi da Soraka.
Continuano l’ottima prestazione dello scorso split anche i Vitality dell’italiano Jiizuké. Sia il nostro connazionale che il toplaner Cabochard sono stati fondamentali nella prima delle due prime vittorie, con un bot in grado di salire in cattedra utilizzando il nuovo arrivo Pyke accanto a una strepitosa Lux. A conferma di una prestazione impressionante, Attila e Jactroll  hanno concluso la sfida contro la “tradizionale” botlane dei Giants (reduci da una vittoria convincente sugli H2K) con un totale di 10 uccisioni, 1 morte e ben 14 assist.

La sorpresa della settimana sono stati Misfits Gaming. Reduce da una stagione primaverile deludente, la squadra è riuscita a ripartire in grande stile, concludendo la prima settimana del Summer Split EU LCS 2018 a punteggio pieno. Per il piacere di tutti i contrari alla nuova meta, Hans Sama è riuscito in una piccola impresa: vincere con i carry bot. Nella prima partita la discutibile scelta dei Fnatic di mettere ben 3 support in un solo team ha aiutato il suo Draven a prendere in mano la situazione. Niente se non la sua bravura con il suo inarrestabile Varus (e un’indiavolata Taliyah jungler di Maxlore) gli ha permesso invece di demolire gli Unicorns of Love.

Proprio i Fnatic sono stati tra i team ad aver faticato di più. Dopo la prima sconfitta subita, la squadra campione in carica ha iniziato il suo secondo match nel peggiore dei modi. Gli Shalke 04 sono riusciti a prendere possesso del campo in maniera decisa, e hanno rischiato seriamente di vincere una partita a mani basse. Sotto di 8 mila di soldi, i Fnatic si sono ritrovati costretti a puntare tutto su un Baron repentino e inaspettato. La scommessa a sorpresa ha ripagato. Un errore del top avversario Vizicsacsi prima, e di Nukeduck poi, spianano la strada ai campioni. Approfittando del buff del Baron, e grazie all’ottimo lavoro di squadra, i Fnatic hanno concluso la prima settimana del Summer Split EU LCS 2018 con un 1-1.

La seconda settimana comincerà il 22 giugno alle ore 18:00. Sarà possibile seguire la diretta sui canali ufficiali in lingua inglese di Riot Games, o in italiano su PG Esports.

Commenti

Altre info su Gian Filippo Saba

Avido giocatore di qualsiasi genere possibile. Alto 1 metro e 80, pesante quanto un ramoscello d'ulivo, è fortemente convinto che la bravura ai videogames sia direttamente collegata al proprio indice di massa corporea. Nonostante ciò pensa ugualmente di esser il Prescelto in virtù di un sogno rivelatore avuto alla tenera età di 6 anni, in cui Crash Bandicoot gli rivelò i segreti del mondo videoludico.

Controlla anche

PLG Grand Slam 2018

Il nuovo CS:GO weekend, tra Blast Pro Series e PLG PLG Grand Slam 2018

Nono solo Italia presente nel ricco menu di CS:GO del weekend appena terminato. Altri due …