Home / News / Week-end sul ring: Combo Breaker 2018 e seconda tappa della TVL

Week-end sul ring: Combo Breaker 2018 e seconda tappa della TVL

Questo fine settimane in ring è bastato a malapena a contenere tutte le botte che sono volate. Il Combo Breaker 2018 ha ospitato un’infinità di grandi giocatori pronti a sgomitare per il titolo di campione. Quest’anno l’evento è stato più grande che mai, con migliaia di partecipanti e un numero di spettatori su Twitch da record. Al Mega Center del Pheasant Run Resort di St. Charles (Illinois) si sono svolte inoltre delle importanti tappe sia del Tekken World Tour che del Capcom Pro Tour, entrambe decisive per lo sviluppo della stagione.

Nemmeno la scena italiana è rimasta con le mani in mano. La seconda tappa della Tekken Virtual League è stato uno spettacolo pari a quello dei più grandi eventi.

Secondo stage TVL

Iniziamo proprio dal torneo nostrano. Arrivare tra i primi 8 non era di sicuro un’impresa facile, basta guardare i nomi degli 8 finalisti per farsene un’idea. Oltre i veterani italiani, a partecipare è stato anche Fergus, che con la sua Asuka ha davvero dato filo da torcere ai propri avversari.
Dopo esser stato relegato al Loser da Redihokuto, l’irlandese è riuscito a risalire il bracket sconfiggendo chiunque gli si sia parato davanti. Dopo Sersambo, Harry Potter e Bode, Fergus è riuscito a portare a casa una serie per 3-0 contro maxquicksilver e strappare il biglietto per l’ultima sfida del torneo.
In Grand Final però Fergus si è trovato contro un DevilKazuya indiavolato. Il giocatore del Team Forge (usando, nonostante il suo nome, DevilJin) si è rivelato un avversario davvero ostico. Nonostante il tentativo di riprendere in mano la situazione scambiando Asuka per Eliza, Fergus si è ritrovato a perdere per 3-0.

Anche questo stage ha messo a disposizione 4 posti per l’evento finale che si terrà a fine anno. Essendo DevilKazuya già qualificato, l’ultimo match di sabato non è stata dunque la Grand Final, ma lo spareggio per decidere chi parteciperà all’ultimo torneo della Tekken Virtual League tra Harry Potter e Redihokuto. Grazie a una fantastica vittoria per 3 a 2 in rimonta, è stato proprio Redihokuto ad andare ad aggiungersi alla lista di qualificati di questa seconda tappa: Fergus, maxquicksilver e Bode; oltre loro alle finali ci saranno anche SuperAkouma (vincitore della prima tappa), DevilKazuya, Banbino e Devilnin.

Tekken al CB 2018

Il Master Event ha davvero messo l’acquolina in bocca a tutti i migliori giocatori del momento. Con 488 partecipanti il torneo si è protratto per ben 3 giorni. Nonostante gli sforzi dei combattenti locali, e non solo, il vertice del torneo è stato dominato quasi esclusivamente da giocatori asiatici.
Tra questi però non è stato assente il grande dominatore dello scorso TWT. JDCR  ha mancato per la prima volta in una moltitudine di tornei l’obiettivo top8. A mandare a casa il giocatore degli Echo Fox è stato proprio il compagno di squadra SAINT, che ha rifilato al connazionale la seconda sconfitta del torneo, dopo quella subita contro l’americano Joey Fury.
A dominare il torneo questa volta è stato Knee che, utilizzando Paul e Jin, è parso inarrestabile. Il coreano è stato in grado di mettere le mani sul trofeo passando dal Winners Bracket, lasciando ben pochi round agli avversari incontrati. Secondo classificato JeonDDIng che ha regalato spettacolo con il suo Eddy, specie nella finale Losers Bracket contro LowHigh.

Ecco dunque i primi 8 classificati:

  • ROX.Dragon|Knee (Paul, Jin)
  • UYU|JeonDDing (Eddy, Lucky Chloe)
  • Fursan|LowHigh (Shaheen, Jack-7)
  • FOX|SAINT (Jack-7)
  • ROX.Dragon|CHANEL (Alisa, Eliza)
  • hitonCH|GoAttack (Kazumi, Master Raven, Asuka)
  • vS|Trungy (Geese)
  • RB|Anakin (Jack-7)

Al termine delle premiazioni Harada è salito sul palco per ricordare non solo l’aggiornamento di fine mese che renderà disponibili nuove personalizzazioni per i personaggi, ma anche per annunciare le date delle Finali del Tekken World Tour, che si terranno il 1 e il 2 di dicembre. Il primo dei due giorni di sfide si terrà il Last Chance Qualifier, che permetterà al fortunato vincitore di accedere all’ultimo torneo della stagione a prescindere dai punti guadagnati precendentemente.

Combo Breaker SFV

Per la seconda volta Combo Breaker ha ospitato anche un torneo di Street Fighter del massimo livello. Nonostante l’amore dei fan, il prestigio del titolo e l’importanza dell’evento, questo è stato il secondo torneo in quanto a numero di combattenti. A ottenere il primato questo Combo Breaker 2018 è stato infatti il nuovo 2d Bandai Namco Dragon Ball FighterZ vinto da SonicFox, con 752 concorrenti.

Per il titolo Capcom non si può parlare comunque di disfatta. I 687 attaccabrighe presenti hanno regalato non poche emozioni.
Gli 8 finalisti dell’evento hanno comunque qualcosa in comune, sono tutti asiatici:

UYU|NL (Cammy)
RZR|Xian (Ibuki)
PG|INFILTRATION (Menat, Juri)
Liquid|Nemo (Urien)
RB|Bonchan (Nash, Karin)
Fursan|Verloren (Cammy)
UYU|Oil King (Rashid)
CAG|Dogura (Urien)

Come i più attenti avranno notato, così come quanto successo nel torneo di Tekken, sul palco principale c’è stato un grande assente. Si tratta di un altro giocatore Echo Fox, Tokido, che manca di pochissimo la top8 a causa della sconfitta subita contro un sempre pericoloso INFILTRATION, arrivato terzo.
Oltre al giapponese, assente anche il più famoso americano di sempre ‘NuckleDu eliminato da Nemo. A vincere questa volta è stato il coreano NL che con la sua impressionante Cammy ha sconfitto la Ibuki del secondo classificato Xian sia nella finale vincitori che in Grand Final.

Come ciliegina sulla torta, al Combo Breaker 2018 è stato presentato in maniera ufficiale il prossimo personaggio che entrerà a far parte del roster del picchiaduro, un ritrovato Cody.

Questi sono comunque solo 2 dei grandi tornei che si sono svolti a St. Charles. Consiglio vivamente a tutti gli interessati di picchiaduro di dare un’occhiata alle registrazioni dei vari streaming che hanno trasmesso l’evento, tutti facilmente reperibili online, oppure visitare la pagina dedicata su smash.gg.

Commenti

Altre info su Gian Filippo Saba

Avido giocatore di qualsiasi genere possibile. Alto 1 metro e 80, pesante quanto un ramoscello d'ulivo, è fortemente convinto che la bravura ai videogames sia direttamente collegata al proprio indice di massa corporea. Nonostante ciò pensa ugualmente di esser il Prescelto in virtù di un sogno rivelatore avuto alla tenera età di 6 anni, in cui Crash Bandicoot gli rivelò i segreti del mondo videoludico.

Controlla anche

RLCS Season 6

I Cloud9 trionfano nelle finali RLCS Season 6 di Rocket League

Dopo quattro edizioni terminate con un dominio incontrastato del Vecchio Continente, il Nord America è …