Home / Esport / Fighting Revenge Porn: Il caso Robinho in Brasile
Robinho

Fighting Revenge Porn: Il caso Robinho in Brasile

Non c’è pace per Street Fighter in questa giornata che, dopo la cancellazione della Capcom Cup VIII, deve registrare un caso che arriva dal Brasile.
Protagonista di questa vicenda è Robinho,vincitore del secondo stage brasiliano dedicato alla corsa al mondiale del titolo Capcom.
Il portacolori dei Patoz Team non farà parte dalla rassegna con eliminazione dei suoi risultati. 
Una decisione presa alla luce delle dichiarazioni rilasciate dal giocatore durante una live svoltasi il 6 Gennaio.

Robihno attua un “revenge porn”  e stupro di gruppo nei confronti della ex ragazza dichiarando un fatto accaduto durante la relazione.
Nella fattispecie, racconta di come lei, ubriaca, abbia subito un rapporto sessuale con otto uomini in contemporanea.
Parole  portate all’attenzione sia di Capcom e del suo team che hanno portato le opportune azioni.
Gli organizzatori hanno deciso di squalificarlo, cancellando la sua vittoria dello stage dedicato allo stato sudamericano.
I Patoz, attraverso un cominicato sui propri social, hanno deciso di rescindere il contratto con il giocatore.

Robinho, travolto da tali macchie, ha dichiarato, in un intervisto a Globo Esportes, che tale racconto è una storia inventata sul momento riguardo a una relazione accaduta qualche anno fa.
A tutto ciò, egli respinge tutte le varie accuse che sono arrivate in vari lidi e che tutto ciò è stato messo in scena per screditarlo.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

ESL

ESL Challenger League Season 41: Tre posti per la Conference

Weekend di CS:GO all’insegna delle qualifiche, andate in scena in questi giorni all’interno del circuito …