Home / FGC / Dragon Ball FighterZ / Dragon Ball FighterZ World Championship: Big in Japan
Ball

Dragon Ball FighterZ World Championship: Big in Japan

Prosegue il cammino delle Dragon Ball FighterZ World Championship nella definizione dei finalisti all’ultimo atto.
Dopo Nord America ed Europa, spazio al Giappone con la rassegna dedicata agli migliori esponenti locali della scena del titolo di casa Bandai Namco.
Come di consueto, prima fase con i due gironi di qualificazione in cui non ri registrano particolari scossoni
Go1, uno dei favoriti alla vigilia per la conquista del pass mondiale, chiude in vetta al raggruppamento A con un record di 9-2.

Nel girone B, invece, netta la supremazia di Ikoan, il quale conquista il raggruppamento con il record di 10-1.

Seconda parte della Dragon Ball FighterZ World Championship Japan Stage dove le impressioni viste nella prima fase vengono eliminate.
I due vincitori dei primi gironi, infatti, non riescono a raggiungere l’ultimo atto con Go1 che conclude in quinta posizione e Ikoan in quarta.
Ultimo atto che ha come protagonisti per la lotta al titolo il compagno di squadra di Go1 ossia Fenrich e Oblivion.
Contesa che si dimostra equilibrata dove si è giunti al reset match per decidere il vincitore, evento accaduto dopo l’affermazione di Fenrich per 3-1.
Sfida finale che diventa un monologo da parte del vincitore del Lossers Bracket che non lascia possibilità di risposta all’avversario.
Un 3-0 netto, senza possibilità d’appello con cui il portacolori dei Cyclope Gaming (Android 21, Cell, Gotenks) batte il terzetto avversario formato da SS4 Gogeta, Android 21 e Ultra Instinct Goku.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Francia

Smash Weekend: Un Silver in Francia

Il Weekend di Smash ha visto l’inizio della Panda Cup all’interno del CEO 2022 ma …