Home / Approfondimenti / Rostermania Opening 2023: Tempo di addii
Rostermania

Rostermania Opening 2023: Tempo di addii

Il LoL mercato ancora non è iniziato ufficialmente ma le varie compagini iniziano a muoversi per i roster del prossimo anno.
Una prima puntata di Rostermania focalizzata, principalmente, sulle comunicazioni ufficiali di addii da parte di varie giocatori.
Una lunga sequenza che vede, in primis, il campionato dei campioni del mondo, ossia le LCK dove una compagine su tutte ha deciso di iniziare la propria rivoluzione.

Si tratta dei Damwon Kia, il team vincitore dei Worlds del 2020 e finalista nel 2021 ha deciso di cambiare gran parte del proprio staff tecnico che del parco giocatori.
A salutare la compagine bianco-azzurra sono la coppia in Top lane formata da Nuguri e Burdol e il terzetto di coach formato da ZefakkOma e Daeny.
Gli investimenti sul ritorno del toplaner dall’esperienza cinese (Nuguri) e il puntare sulla coppia di coach affermata (Zefa-kkOma) non ha portato i risultati prefissati nella stagione appena conclusa.

Altro addio di un nome importante è quello che è stato diffuso da parte dei Gen.G,i oro-neri salutano il loro capitano Ruler.
Dopo una storia durata 4 anni e 7 mesi, le strade tra l’organizzazione e il botlaner si separano.

Le altre

Con la Cina attualmente ferma, per via anche del NEST 2022, il focus degli addii in questa Rostermania. è indirizzato verso i due campionati occidentali.
Le due compagini che hanno deciso di iniziare un percorso di rinnovamento all’interno dei propri quintetti sono Excel e TSM.
L’organizzazione inglese, con l’ennesimo sesto posto in stagione regolare, decide di salutare 3/5 del roster presente nelle ultime due edizioni del campionato europeo.
A salutare il Regno Unito sono stati il toplaner Finn, il midlaner Nukeduck e il support Mikyx.
Rimangono a Londra, invece, il jungler Markoon e l’ADC Partik guideranno i nuovi arrivi verso possibili vette migliori.

I bianconeri americani, invece, vivono in una sorta di limbo tra la possibile rivoluzione e il rischio di scomparire dalla scena competitiva.
Il tutto è collegato alla vicenda legata alla bancarotta della FTX, società operante nel settore delle criptovalute.
La voragine da oltre 30 miliardi di dollari ha colpito anche il mondo esportivo dove tale entità aveva investito all’interno della realtà nordamericana.
Una cifra attorno ai 210 milioni di dollari per i diritti del nome, una cifra monster che rischia di compromettere la stabilità economica dei TSM.
Una situazione che ha portato all’addio dell’intero team, comprensivo dello staff tecnico e, nella giornata di ieri, di interrompere il rapporto con la società in fallimento.

 

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Worlds 2022

Vedo e prevedo: Worlds 2022 – Group Stage

I Play In sono andati in archivio, le quattro formazioni qualificate raggiungono New York, sede …