Home / Esport / Annunciata la prima Lega Scolastica Esports
scolastica

Annunciata la prima Lega Scolastica Esports

Prende il via martedì 22 Febbraio il primo Campionato Esports rivolto al mondo della scuola ed in particolar modo agli Istituti di Istruzione Superiore di II grado.
L’iniziativa, denominata Lega Scolastica Esports , nel realizzare una gara nazionale tra scuole basata sui videogiochi competitivi.
Oltre a ciò, tale evento intende offrire ad insegnanti e studenti una ben più ampia panoramica pratica sulle potenzialità degli esports.
 
Dietro l’idea della Lega Scolastica Esports ci sono due realtà che operano da anni con il mondo della scuola:
Maker Camp, società specializzata nell’utilizzo dei videogiochi come strumenti educativi all’interno della scuola e nei musei
CampuStore, leader italiano nel mercato dell’educazione in cui, da decenni, portando innovazione tecnologica e distribuendo alle scuole i prodotti più innovativi del settore.
 
L’obiettivo di questa iniziativa è quello di coinvolgere gli studenti in attività extra-scolastiche proprio attraverso l’utilizzo di videogiochi competitivi.
Diversi studi hanno definitivamente dimostrato che gli studenti che vengono coinvolti in attività extracurricolari riscuotono un maggior “successo” in una serie di ambiti e questo indipendentemente dall’attività proposta, che sia un corso di teatro, un incontro per appassionati di robotica o la visione di film storici.

Le dichiarazioni

A presentare questo nuovo evento vi sono: Pierluigi Lanzarini, CEO di CampuStore e Marco Vigelini, youtuber del canale “A Scuola con Minecraft” e CEO di Maker Camp:

Lanzarini: “Gli esports sono fondati sulla tecnologia e forniscono un percorso naturale per studenti e studentesse che vogliono perseguire una specializzazione universitaria nelle discipline STEM.
Inoltre aiutano gli studenti a sviluppare quelle competenze trasversali, le cosiddette soft skill, come lavoro di squadra, comunicazione e leadership.”

 
Vigelini: “Quest’anno iniziamo con Rocket League e dal prossimo anno scolastico, confidiamo di proporre giochi come League of Legends, Overwatch o Valorant.
Introdurre gli esports nelle scuole superiori permette agli studenti di fare ciò che amano e fornisce loro ulteriori opportunità di ottenere riscontri e riconoscimenti personali mentre sviluppano pensiero critico ed abilità interpersonali.
Daremo però un valore aggiunto non indifferente: alle scuole che partecipano all’evento forniremo dei percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento.

 
La Lega Scolastica Esports quest’anno parte con un’unica competizione basata su Rocket League: le qualificazioni si terranno online tra Aprile e Maggio.
Le qualificate concorreranno per il titolo a Roma Cinecittà nel mese di Novembre, in occasione del Festival del Videogioco “Rome Videogame Lab”.

Altre info su Redazione

Controlla anche

Rumble

MSI 2022: Rumble in Busan

Le MSI 2022 continuano il loro percorso con la chiusura del secondo step, rappresentato dal …