Home / Shooters / CS:GO / ESL One Road To Rio: La conclusione nel vecchio continente
Road To Rio

ESL One Road To Rio: La conclusione nel vecchio continente

Terzo ed ultimo appuntamento con le ESL One Road to Rio di CS:GO con il piatto forte della competizione.
I a rassegna trova il suo epilogo con la conclusione dei gironi Europa e CIS con i campo i migliori team della scena mondiale.
Un viaggio che inizia dal lato Ovest del vecchio continente in cui sedici sono i team che si sono presentati ai nastri di partenza, suddividi in due girone da otto.
Prima fase che vede, a sorpresa, l’uscita di scena dei campioni e dei vice della Pro League Season 11 ossia Fnatic e Mousesports.
Arancioni e topolini concludono mestamente la loro avventura con un 6° posto nel girone A e un 7° nel secondo raggruppamento.
Una Road to Rio da dimenticare per entrambe le formazioni, le quali avevano altre aspirazioni in questa rassegna.

Chi invece ritorna ai vertici dopo un periodo di stanca sono gli Astralis, i quali riprendono il feeling con la vittoria dopo la perfetta chiusura della stagione scorsa.
Device e soci dimostrano di essere il team da battere in vista del futuro ed una dimostrazione viene fornita nella finale contro i G2.
Un 3-0 secco senza possibilità di risposta da parte dei danesi che regalano soltanto la miseria di otto round ai francesi.
Un dominio assoluto dove il solo Magisk chiude con il  peggior saldo K/D della sua squadra andando in pari nel computo kill e morti.

Uno spirito sorprendente

Da Ovest ad Est con lo sguardo rivolto all’area CIS dove la competizione con dodici formazioni al via ha riservato non pochi colpi di scena.
In primis, l’eliminazione a sorpresa dei Natus Vincere, gli ex leader della ranking stilato da ESL prima di tale rassegna.
Soltanto un quarto posto nel girone B per S1mple e compagni con un record di 2-3, un risultato non nelle corde per il team giallonero.

Una sezione dedicata all’area CIS dove l’ultimo atto vedono fronteggiarsi due formazioni non di certo di prima fascia.
Team Spirit e Sinstrike Team sono state le protagoniste dell’ultimo atto della competizione dove nessuno dei vari esperti aveva pronosticato tale ultimo match.
Una sfida in cui si è assistito ad un monologo da parte degli Spirit che conquistano il primo alloro dopo tre mesi d’assenza (Sector: MOSTBET Season 1)
Un 2-0 dove, a discapito dei risultati parziali, vi è stato un netto predominio da parte di Chopper e soci considerato anche i loro K/D personali con il solo Magixx a chiudere in pari.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

PG Nationals Summer 2020

PG Nationals Summer 2020: Nuova partenza, nuove sfide

L’attesa è finita, il PG NAtionals Summer 2020 apre i battenti dopo un lungo parlare …