Home / FGC / Weekend sul ring: JDCR è il campione Electric Clash e Bode vince il Juggle Drop
Electric Clash

Weekend sul ring: JDCR è il campione Electric Clash e Bode vince il Juggle Drop

Oltre allo Smash N’ Splash, lo scorso fine settimana l’Electric Clash si è preso in carico il ruolo a regalare un po’ di spettacolo a tutti i fan dei picchiaduro, in particolare quelli di Tekken. L’evento canadese non è stato senz’altro il più grande di sempre, ma ha visto partecipare un gran numero di combattenti di alto livello. Dopo aver sfiorato più volte il successo, questa volta il coreano JDCR è riuscito finalmente a portarsi a casa una vittoria. Nell’ultimo periodo il giocatore sembra riacquistare sempre più la propria forma, dopo un periodo non proprio felice. La stagione 2 ha senz’altro infuso nuova linfa vitale nel due volte campione EVO. Il suo Armor King diventa via via sempre più pericoloso ma, almeno questa volta, a permettergli di fare quel passo in più non è stato il luchador.

Il segreto del successo

Prendendo un po’ spunto dal suo eterno rivale, Knee, JDCR ha affrontato i vari avversari che gli si sono parati davanti con ben 3 diversi personaggi. Dragunov, Armor King e infine uno strepitoso Heihachi hanno gli hanno permesso di mettere le mani sul trofeo dell’Electric Clash nonostante la sconfitta subita proprio a un passo dalla Top8. A rifilargli un secco 2-0 è stato l’americano Shadow 20z, che si è fatto poi fatto strada verso la Grand Final spedendo nel ramo perdenti anche Abel de Maestro e Joey Fury.

Nell’ultima serie del torneo il suo Claudio ha avuto però non poche difficoltà a tenere il passo con il suo avversario. JDCR d’altronde ha lasciato ben poco spazio a errori e indecisioni, mostrando un gioco allo stesso tempo aggressivo e studiato. Il risultato finale è un impietoso doppio 3-0, che ha permesso al coreano senza sponsor di raggiungere il primo posto anche nella leaderboard della Tekken World League.

Primo in Italia

Ovviamente anche l’attivissima comunità nostrana non è rimasta a guardare. Il primo Dojo del Bel Paese si è svolto a Roma e un piccolo ma agguerrito manipolo di giocatori si è battuto per il titolo. A vincere il Juggle Drop è stato Bode. Il veterano è parso davvero imbattibile, raggiungendo la Grand Final passando dal Winners Bracket con relativa facilità. Sia nella finale vincitori che nell’ultima serie del torneo a pararsi davanti alla sua Julia è stato IronFury, che in entrambe le occasioni ha perso per 3-1. Al terzo posto Max Quicksilver.

Altre info su Gian Filippo Saba

Avido giocatore di qualsiasi genere possibile. Alto 1 metro e 80, pesante quanto un ramoscello d'ulivo, è fortemente convinto che la bravura ai videogames sia direttamente collegata al proprio indice di massa corporea. Nonostante ciò pensa ugualmente di esser il Prescelto in virtù di un sogno rivelatore avuto alla tenera età di 6 anni, in cui Crash Bandicoot gli rivelò i segreti del mondo videoludico.

Controlla anche

quake pro league

Bethesda annuncia la Quake Pro League in collaborazione con FACEIT ed ESL

L’ultima settimana di luglio sarà molto importante per i fan di Quake Champions e per …