Home / MOBA / League of Legends / UZI sale sul trono: gli RNG vincono la stagione primaverile delle LPL

UZI sale sul trono: gli RNG vincono la stagione primaverile delle LPL

Nello spietato mondo di League of Legends le grandi leggende non mancano di certo. Milioni di giocatori e un ambiente competitivo leader del settore esportivo hanno creato negli ultimi anni delle stelle in grado di brillare in tutto il globo. Tra queste, però, non tutte sono state in grado di brillare quanto le altre.

Alcuni dei più grandi campioni sono stati in grado di collezionare successi l’uno dopo l’altro. Ad altri invece, come Uzi, la vittoria è sfuggita di mano una volta dopo l’altra. Nonostante il giocatore sia stato in grado di raggiungere le finali LPL numerose volte negli ultimi anni, nemmeno una volta è stato incoronato campione. Oggi però è cambiato tutto. Grazie alla vittoria contro la nemesi EDG, gli RNG anno vinto il titolo e, finalmente, UZI è salito sul trono riservato ai re di League of Legends.

Il tallone d’Achille

Il carry degli RNG è forse il più famoso giocatore in tutta la Cina. Nelle sue numerose stagioni di attività, il giocatore è riuscito a crearsi un nome ed una fama grande campione, raggiungendo più volte i campionati del mondo. Con una premessa del genere ci si aspetterebbe di parlare di un professionista a tutto tondo, in grado di salire sul grande palco e dare il meglio di sé. Tuttavia, c’è un motivo particolare per cui la vittoria ha eluso il giocatore per così tanto tempo.

Da sempre il più grande problema di UZI è stato quello di controllare le proprie emozioni. Il suo gioco è da stato influenzato in maniera evidente dal suo stato d’animo e caratterizzato da ampie variazioni in perfomance. Nonostante il carry riesca spesso a dominare i propri avversari, il “tilt” è sempre stato dietro l’angolo, e i team avversari non hanno mai perso l’occasione di approfittare di questa debolezza.

Un gioco di squadra

Anche le finali di questa stagione della LPL sono iniziate con il piede sbagliato per il marksman degli RNG. Ancora una volta UZI ha attratto le attenzioni degli avversari che su di lui hanno ottenuto il First Blood, che sono così riusciti a creare uno Snowball che ha permesso loro di portare a casa la prima partita.

Piuttosto che crollare sotto il peso della pressione però degli EDG, la squadra si è invece stretta intorno al proprio carry. Grazie al supporto dei propri compagni, UZI è riuscito a superare le sue paure.
Con ben 3 vittorie di fila, gli RNG sono riusciti a portare meritatamente la serie a casa e vincere così un biglietto per il MSI, che si terrà a maggio in Europa.

Commenti

Altre info su Gian Filippo Saba

Avido giocatore di qualsiasi genere possibile. Alto 1 metro e 80, pesante quanto un ramoscello d'ulivo, è fortemente convinto che la bravura ai videogames sia direttamente collegata al proprio indice di massa corporea. Nonostante ciò pensa ugualmente di esser il Prescelto in virtù di un sogno rivelatore avuto alla tenera età di 6 anni, in cui Crash Bandicoot gli rivelò i segreti del mondo videoludico.

Controlla anche

Red Bull Kumite 2018

Fujimura è il campione del Red Bull Kumite 2018

Lo scorso fine settimana a tenere vivo l’interesse dei fan di picchiaduro non è stato …