Home / MOBA / Dota 2 / Dota Pro Circuit 2021/2022 Step 1; No Major, Si Regionals
Dota Pro Circuit 2021/2022

Dota Pro Circuit 2021/2022 Step 1; No Major, Si Regionals

La Dota Pro Circuit 2021/2022 chiude il suo primo ciclo di competizioni con la fine dei vari campionati.
Uno step che, inizialmente, era considerato la fine della stagione invernale vista la cancellazione, da parte di Valve, del Major collegato.
Una situazione che ha subito mutazioni dalla stessa casa produttrice, il quale ha deciso di far concludere tale sessione con la disputa di due Regional.
Dall’11 al 20 Febbraio, saranno disputate due competizioni dove ad aprire le danze saranno le compagini di Europa Ovest, Sud Est Asiatico e Sud America.
I team di Nord America, Cina e Europa Est si scontreranno nell’evento che chiuderà i battenti della parte invernale.
Partecipanti a tali eventi saranno i migliori quattro team per ciascuna stagione dopo la fase dedicata ai campionati.

Rassegne che ha iniziato il loro ciclo conclusivo in Europa Ovest dove la sorpresa è rappresentata dal Team Tickets.
Gli ex Vikin.gg conquistano la seconda piazza e il pass verso i Regionals, estromettendo formazioni importanti come, ad esempio, il Team Secret.
Evento dell’Europa Occidentale conquistato dai Team Liquid che chiudono le loro fatiche con una sconfitta rimediata contro i Nigma.
Assieme ai due sopracitati team, alle finali regionali volano anche i Tundra Esports e gli OG mentre i menzionati Nigma e Secret rimangono in prima divisione. 
Serie A che saluta Alliance e CoolGuys. mentre Entity e Brave conquistano la promozione dopo gli spareggi in cui sono riusciti a battere la concorrenza dei Chicken Fighters.

Europa Orientale e CIS

Dall’Occidente all’ Oriente europeo dove la prima parte del Dota Pro Circuit 2021/2022 in queste latitudini registra la conferma al vertice del Team Spirit.
La compagine campione del mondo dominano il campionato chiudendo con un record immacolato di 7-0.
Assieme a loro, a volare ai Regionals vi sono anche i Virtus.Pro, gli HellRaisers e la sorpresa PuckChamp.
Dukalis e compagni chiudono al secondo posto. sconfitti solo dai Secret in poco meno di ottanta minuti.
Delusione invece in casa AS Monaco Gambit, i rossostellati monegaschi retrocedono in serie B assieme agli Empire.
Il loro posto sarà occupato, nella prossima tornata, dagli CIS Rejects e dai Windstrike Team.

Cina e Sud East Asia

Estremo Oriente in scena con Cina e Sud Est Asiatico dove, in quel di Pechino, oltre al Dota Pro Circuit si è disputato anche l’Intel World Open.
Nel palcoscenico della capitale cinese, a trionfare sono il Team Aster, i quali sconfiggono in finale gli Extreme Gaming col punteggio di 3-1.
Aster che, per quando concerne il campionato, chiudono in seconda posizione, dietro la corazzata PSG.LGD.

I parigini seguono le orme degli Spirit, un 7-0 che conferma lo status di prima grandezza dei vice campioni del mondo.
A volare ai regionals, oltre ai due team sopracitati, anche Royal Never Give Up ed EHOME mentre a deludere le aspettative sono gli Invictus Gaming.
Una delle favorite alla vigilia retrocede in Serie B con un record di 1-6, assieme a loro i Phoenix Gaming.
Ad ottenere la promozione, invece, i già menzionati Extreme Gaming e il Team MangMai, i quali approfittano delle vittorie negli scontri diretti contro gli Aster Aries.

Nell’altro scenario orientale, affermazione per i Boom Esports, il team filippino chiude con il record di 6-1.
Una sola lunghezza di vantaggio sul trittico formato da Fnatic, Team SMG e T1, i quali volano ai Regionals.
Retrocessione per gli i TNC Predator, lontani parenti di quelli visti quasi due stagioni orsono, e per gli Motivate Trust Gaming, per loro sono stati fatali i tiebreak salvezza contro gli Execration e i Neon Esports.
Promozione in Serie A per la prossima stagione sono i Polaris Esports e la sezione SEA dei Nigma presenti in Europa Ovest.

Americhe

Gli ultimi due palcoscenici della prima parte delle Dota Pro Circuit 2021/2022 si trovano nelle Americhe.
Il lato settentrionale del continente registra il successo dei Quincy Crew, i quali si confermano ai vertici di questa regione.
I bianconeri chiudono con una lunghezza di vantaggio su Undying ed Evil Geniuses mentre l’ultimo posto dei Regionals vine conquistato dai 4 Zoomers.
Con Arlosh Gaming e Black N Yellow in Serie B, la prossima stagione vedrà la presenza dei The Cut e del Team PogChamp.

Dota Pro Circuit

Nella zona meridionale, invece, Perù protagonista con il podio a tinte biancorosse con al centro i Thunder Predator.
Terzo team rimasto imbattuto in queste Dota Pro Circuit, i Thunder distanziano di due vittorie su Infamous e Beastcoast.
Con gli APU King of Kings a conquistare l’ultimo slot dei Regionals, a salutare la serie A sono due team brasiliani ossia NoPing Esports ed SG Esports.
Il loro slot sarà occupato, nella prossima stagione, da altri due team peruviani come Infinity e Balrogs.

Dota Pro Circuit

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Masters

SC2 DH Masters Valencia Qualifier: I primi biglietti

La Road to Valencia continua all’interno del circuito DreamHack Masters di Starcraft 2 dopo il …