Home / CCG / Hearthstone Gold Club World Cup: Cina contro il mondo
Gold Club

Hearthstone Gold Club World Cup: Cina contro il mondo

Il palcoscenico di Hearthstone, lo scorso fine settimana,metteva in scena un nuovo capitolo dalla sfida dei team cinesi contro il resto del mondo.
Le Gold Club World Cup sono state occasione er assistere al prima competizione ufficiale dedicata a Battlegrounds.
La modalità alternativa alla versione stardard del titolo Blizzard ha visto la partecipazione di otto formazioni.
In questo primo scorcio della sfida tra Cina e le altre forze mondiali, ad uscire vincitori sono i primi grazie all’affermazione del Team WE.
Nightwalk e Sparkling
ottengono il successo grazie alle vittorie nella prima e nella terza run,
Affermazioni che consentono di chiudere in testa con 36 e un distacco di nove lunghezze sui Team Liquid.

La reazione del Resto del Mondo non arriva in maniera tardiva, dimostrazione di ciò è il torneo per team nel formato Standard.
In questa occasione a contendersi il titolo all’interno delle Gold Club World Cup sono i T1 e gli Invictus Gaming.
Le due formazioni arrivano all’ultimo atto con percorsi simili, entrambi dominatori sia nel girone iniziale che nella semifinale contro Team Liquid e Lucky Future.
Ultimo atto in cui l’elemento della predominanza risultava presente anche in questo frangente dove i T1 dominano la contesa.
Un 3-0 secco senza possibilità d’appello con cui il trio formato da Orange-Fenomeno e BoardControl liquida la pratica cinese.
Una vittoria che porta nelle casse dei rosso neri un primo premio da 42.000$ in cui continua il momento di forma ottimale di tale formazione.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Champions Tour

Champions Tour: Il programma esport di Valorant per il 2021

Le Ignition Series e le prossime First Strike hanno fatto in modo che Valorant possa …