Home / CCG / L’Anno del Drago di Hearthstone porta enormi novità

L’Anno del Drago di Hearthstone porta enormi novità

L’Anno del Drago sarà il nuovo anno competitivo di Hearthstone, composto come al solito da tre espansioni e la tipica rotazione di alcune carte del Set Base e Classico (e non solo) nella Hall of Fame.

 

  

  

Sono ben nove le carte che finiranno in Hall of Fame ad Aprile, ma solo cinque saranno estremamente incisive. Doomguard, uno dei servitori più utilizzati nel Warlock, deve dire addio allo Standard poiché non lascia spazio di manovra alle nuove carte. Sempre di spazio di manovra si parla con Divine Favor, uno dei “peschini” migliori per il Paladin che ha inciso costantemente nella creazione di mazzi aggressivi.
Enorme rimozione, sfruttatissima soprattutto in quest’ultimo anno, sarà anche Naturalize, la Spell a un mana del Druid che fa un po’ perdere l’identità della classe, dato che Malfurion punta a crescere molto con il mana e fatica ad affrontare singoli servitori molto grossi.

Passiamo in fine, al caso più strano: quello di Genn Greymane e Baku the Mooneater. Solo dopo un anno di presenza nel formato Standard, si ritrovano già a doverlo salutare senza poter continuare ancora per un altro anno (dove poi avrebbero dovuto ruotare naturalmente). Il motivo è il loro incredibile impatto sul metagame troppo devastante, che ha fatto optare lo staff di Hearthstone per questa soluzione facendo ruotare anche le carte che andavano a supportare i due archetipi “Pari” e “Dispari” come Gloom Stag, Glitter Moth, Black Cat e Murkspark Eel, di cui solo gli ultimi due erano effettivamente utilizzati in competitivo.

Un primo annuncio sicuramente intrigante che fa già viaggiare con la fantasia i giocatori del competitivo del gioco di carte di casa Blizzard. Non rimane che attendere quello della nuova espansione per andare a esaminare le singole carte e cominciare a teorizzare nuove strategie.

 

Commenti

Altre info su Andrea Capone

Appassionato sin da piccolo di videogiochi e giochi di carte, si ritrova ora a scrivere di videogiochi di carte! I giochi di riflessione sono la sua passione e vorrebbe crearne uno in futuro!

Controlla anche

Will smith

Will Smith sbarca nel mondo degli esport con i Gen.G

“Welcome to Esports Mr. Will Smith“. Parafrasando un suo successo musicale, arriva la notizia dell’approdo …