Home / MOBA / League of Legends / Echo Fox scuote la Challenger Series?

Echo Fox scuote la Challenger Series?

La notizia è stata appena battuta da qualche testata internazionale e ormai sta già facendo il giro del web (almeno di quello interessato agli esport). Gli Echo Fox parrebbero aver appena messo a segno il colpaccio, consegnando il proprio Challenger team nelle mani di 5 star di League of Legends: Michael “Imaqtpie” Santana, Marcus “Dyrus” Hill, William “scarra” Li, Joedat “Voyboy” Esfahani e Danny “Shiphtur” Le. La squadra sembrerebbe essere stata completata con l’aggiunta di Mark “MarkZ” Zimmerman come coach.

Rumor o Scoop?

La notizia sembrerebbe essere stata confermata da alcuni giornalisti del settore, ma ancora nessun segno da parte dei diretti interessati se non qualche piccolo post decisamente particolare.

I contratti dei giocatori non compaiono ancora nemmeno nei database ufficiali Riot Games. Se la notizia venisse confermata rappresenterebbe un incredibile colpo di mercato per il team statunitense.

Famosi fin dalle prime stagioni ufficiali del campionato di League of Legends, i cinque vantano un talento e un’esperienza ampiamente riconosciuti e potrebbero scombussolare la lega minore dalle fondamenta. Nonostante non siano più in attività da tempo come professionisti il quintetto può vantarsi di avere un numero impressionante di account in cima alla classifica dei Challenger nord americana.

Un colpaccio mediatico

A prescindere dalle future prestazioni della squadra – e in questo momento anche dalla veridicità o meno del rumor – gli Echo Fox hanno messo a segno una incredibile trovata pubblicitaria. I canali streaming dei 5 talenti vantano ogni mese un seguito impressionante. Il possibile ritorno alla scena competitiva di ogni singolo giocatore sarebbe stato abbastanza per accendere l’interesse del pubblico sulle Challenger Series.

Se davvero tutti gli streamer confermassero la loro presenza nel team, sicuramente la lega ne trarrebbe un enorme vantaggio in termini di visibilità, e potremmo assistere alla nascita di una formazione dalla personalità forte come quella delle più grandi squadre della storia di League of Legends.

Commenti

Altre info su Gian Filippo Saba

Avido giocatore di qualsiasi genere possibile. Alto 1 metro e 80, pesante quanto un ramoscello d'ulivo, è fortemente convinto che la bravura ai videogames sia direttamente collegata al proprio indice di massa corporea. Nonostante ciò pensa ugualmente di esser il Prescelto in virtù di un sogno rivelatore avuto alla tenera età di 6 anni, in cui Crash Bandicoot gli rivelò i segreti del mondo videoludico.

Controlla anche

armada

Armada annuncia il ritiro dalle competizioni in singolo di Smash Bros

Super Smash Bros è in fase in evoluzione. L’arrivo di Ultimate il prossimo dicembre ha reso …