Home / Approfondimenti / Esports 2020: L’anno delle grandi sfide tra le case
sfide

Esports 2020: L’anno delle grandi sfide tra le case

Il 2020 esportivo è alle porte, tanti eventi e rassegne che si svolgeranno quest’anno in quello che sarà una stagione all’insegna delle grandi sfide.
Battaglie che avranno come protagoniste quattro case produttrici che, assieme ai propri alleati, si sfideranno per la corona di dominatore del 2020.
Blizzard, Riot Games, Valve e Epic Games affilano le loro armi in quella che si prospetterà un anno pieno di grandi eventi.

Valve contro Epic per il montepremi più ricco.

L’anno scorso abbiamo assistito alla cosiddetta “Estate dei Paperoni” dove Valve ed Epic Games hanno portato in scena competizioni con montepremi mostruosi.
I 30 milioni della Fortnite World Cup sono stati superati dai 32.7 della Dota 2 The International 2019, un primo round di un match che troverà seguito anche quest’anno.

I 15 milioni messi in palio da Epic durante le Fortnite Winter Royale è soltanto l’antipasto di ciò che le due case possono mettere in atto.

Valve vs Riot Games sul ring dei MOBA

Il 2020 saranno disputate la decima edizione di due competizioni che hanno segnato la storia dello sviluppo degli Esports a fenomeno mondiale.
The International Dota 2 e le League of Legends Worlds saranno due degli eventi più importanti della seconda parte del 2020.
La Cina e Stoccolma saranno le sedi in cui Valve e Riot Games combatteranno tale match dove Valve ha già mostrato i muscoli con le prime due tappe del Dota Pro Circuit.
Una dimostrazione che Riot risponderà con una serie di sfide già a partire dal prossimo 13 Gennaio con l’inizio delle competizioni ufficiali tramite prima giornata del campionato cinese.

Riot Games vs Blizzard: La battaglia delle nuove uscite

Il fulcro principale delle grandi sfide sarà il confronto tra la casa di Santa Monica e quella d’Irvine.
Le nuove uscite di Riot Games segnano il debutto su terreni dove Blizzard ha primeggiato per molto tempo.
Dal gioco di carte chiamato Legends of Runeterra allo sparatutto Project Ares passando per il picchiaduro denominato Project L e al progetto MMO classificato come “Project M“.
Tanti nuovi titoli dove la risposta di Blizzard sarà concentrata in primis su Overwatch con l’uscita della nuova versione nonché sul ritorno di un marchio storico come Diablo.

Epic vs Blizzard: La grande sfida delle Olimpiadi

Il 2020 sarà l’anno delle Olimpiadi che si disputeranno a Tokyo dove per l’occasione Intel riproporrà un format già usato nel 2018.
In quell’anno, assieme a Blizzard, mise in scena l’IEM Pyeongchang di Starcraft 2 che serviva come apertura degli eventi delle Olimpiadi Invernali che si sono disputate nella città koreana.
L’evento non ha avuto il seguito sperato e, a due anni di distanza, Intel riproverà tale esperimento assieme ad Epic Games.
Attraverso la controllata Psyonix, Epic sarà a Tokyo con Rocket League in un evento che si preannuncia il vero test generale degli Esports alle Olimpiadi.
Sarà occasione anche per capire le scelte di Intel è di una possibile presenza esportiva, ufficiale o dimostrativa, ai Giochi Olimpici invernali di Pechino 2022.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

LoL world 2020 # 29

LoL World 2020 # 29: Miracoli, Spareggi e playoff

Il LoL World 2020 # 29 segna la fine della stagione regolare di tre dei …