Home / News / IEM di PyeongChang: Starcraft II alle Olimpiadi invernali

IEM di PyeongChang: Starcraft II alle Olimpiadi invernali

Intel announces plans to bring amazing gaming experiences to PyeongChang ahead of of the February 2018 Olympic Winter Games. As an extension of Intel’s Worldwide TOP Partnership and with support from the International Olympic Committee, Intel will deliver two distinct gaming experiences to Korea in the lead up to PyeongChang 2018. (Credit: Intel Corporation)

L’Intel Extreme Masters nel 2018 arriverà a PyeongChang dove avrà il compito di avvicinare quanto più possibile gli sport elettronici al mondo olimpico, in questo caso invernale.

Un sistema originale

IEM di PyeongChang

Il sistema di qualificazione all’IEM di PyeongChang permetterà a 16 giocatori provenienti da cinque continenti di prendere parte alla competizione che si svolgerà in Corea del Sud dal 5 al 7 febbraio 2018.
In particolare i giocatori potranno accedere alla fase finale in base alla regione geografica di appartenenza secondo la seguente tabella:

EUROPA
North1 slot
West1 slot
Central1 slot
East1 slot
South1 slot
ASIA
West1 slot
East1 slot
Cina1 slot
Corea del Sud1 slot
AMERICA
North2 slot
South2 slot
AFRICA
Regione africana1 slot
Australia & Oceania
Regione oceanica1 slot

Ancora non sono state rese note le date dei tornei di qualificazione e secondo quanto riportato dal comunicato ufficiale degli organizzatori il sistema che permetterà ai 16 giocatori di raggiungere la fase finale prevederà due fasi:

  • 1° fase: Selezione di 8 giocatori per ogni regione;
  • 2° fase: Torneo conclusivo per determinare il miglior giocatore della zona geografica di appartenenza.

Questo stesso sistema era stato sperimentato anche lo scorso anno con esiti positivi e il fatto di vederlo riproposto per questo evento lascia ben sperare in termini di spettacolarità.

Per maggiori dettagli vi invitiamo a rimanere connessi con il nostro portale di notizie e vi ringraziamo per la lettura.

 

 

Commenti

Altre info su Leonardo Vilona

Videogiocatore sin dalla tenera età, ha collaborato con molte realtà nel mondo degli eSports come amministratore e redattore, prima di approdare su The Games Machine Esports. Il suo sogno è quello di diventare giornalista. Il suo obiettivo è quello di dare un'informazione videoludica competitiva a 360°, The Games Machine Esports rappresenta per lui una grande opportunità!

Controlla anche

faceit

FACEIT organizzerà il prossimo Major di CS:GO a Londra

Con ancora in mente lo spettacolo di Boston, non si può non esultare per l’ultima …