Home / RTS / Age of Empires / AoE Red Bull Wololo III: Una vittoria attesa 11 anni
Wololo III

AoE Red Bull Wololo III: Una vittoria attesa 11 anni

La Silver League ha aperto la stagione 2021 di Age of Empires dedicata ai team ma le attenzioni principali sono state rivolte ad altri emisferi.
Nelle stesse ore si stava svolgendo il Red Bull Wololo III, primo grande Major della stagione del titolo targato Microsoft.
Rassegna in cui tutti i migliori della scena erano presenti ai nastri di partenza per la corsa al primo premio da 8.000$.
Un torno in cui sorprese e colpi di scena non sono mancati, primo fra tutti l’eliminazione eccellente al primo turno del norvegese MbL.
Il King of Africa 2020 (categoria Team n.d.a) esce di scena ai gironi di qualificazione dopo giunto in ultima posizione all’interno del raggruppamento D.

Occasione per alcuni favoriti della vigilia di poter avere strada libera per la conquista del Wololo III, strada percorsa in maniera ottimale da Lierrey.
L’austriaco, campione uscente, trova la sua terza finale consecutiva dopo aver sconfitto in semifinale, in amniera agevole, il finlandese Villese.
Sulla sua strada verso la riconferma ha trovato un’ostacolo chiamato fame di vittoria, rappresentato dal serbo DauT.
Il portacolori dei GamersLegion ritorna all’ultimo atto di un evento importante nella categoria singolo a distanza di dieci anni.
Per raggiungere ciò, il balcanico ha sconfitto col punteggio di 3-1, il vietnamita ACCM di Vietnam Legends.

Battaglia di logoramento

Ultimo atto del Wololo III in cui i due europei mettono in scena una sfida combattuta dove all’attacco dell’austriaco arrivata la pronta risposta del serbo.
Un tira e molla durato sette set in cui la decisiva Acclivity in cui a fronteggiarsi sono le milizie tartare hanno fronteggiato le forze armate Maya.
Una contesa lunga e cruenta durata 41 minuti, una sfida il cui equilibrato ha regnato sovrano sino alle ultime fasi dove DauT rompe gli indugi.
Azione repentina che permette alle truppe tartare di conquistare i vari centri città dell’avversario, il cui deve alzare bandiera bianca e concedere la vittoria.
Una vittoria storica per il serbo che ritorna al successo in una competizione importante in singolo a distanza di undici anni dall’ultimo alloro (The Brain Champion Cup #2 del  Maggio 2009).

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Players Cup

Pokemon Players Cup IV: Affare latino americano

Una nuova stagione di Pokemon si è chiusa lo scorso fine settimana con le Players …