Home / Mobile / Brawl Stars / Brawl Stars Championship Series: Le finali di Giugno
Stars

Brawl Stars Championship Series: Le finali di Giugno

Tornata di Giugno per le Brawl Stars Championship Series, caratterizzata da due settimane di finali nelle varie regioni.
Step terminato lo scorso fine settimana dove si è disputato l’ultimo atto per quando concerne il territorio cinese.
In questo contesto sono stati assegnati tre posti per il Last Chance Qualifier, che assegnerà quattro pass per il Mondiale.
Contesa che registra l’affermazione dei Toxic Lotus che, nell’ultimo atto, sconfiggono i Senior Communication Team.
Terzo biglietto in favore dei Fenice, i quali chiudono sul gradino più basso del podio dopo le sconfitte, nelle finali Winner e Lossers contro i due sopracitati team.

Nelle altre regioni, il penultimo appuntamento delle finali mensili delle Brawl Stars World Championship, racconta storie differenti.
Continui cambi della guardia avvengono in EMEA dove, in questa occasione, a salire sul gradino più alto del podio sono gli HMBLE.
Gli bianco-arancio ottengono il primo alloro stagionale con l’affermazione nell’ultimo atto contro i ZETA Division, usciti sconfitti al quinto e decisivo set.

Stesso copione anche per quando concerne la zona Asia-Pacific dove, in questa regione, a salire sul trono sono i Rival Esports.
Prima per loro che riescono a battere la concorrenza di formazioni blasonate come Crazy Racoon e Natus Vincere.
Per il terzetto nipponico, l’alloro è arrivato con l’affermazione nella finale contro i connazionali F/A Nal Dug, sconfitti col punteggio di 3-1.

Nelle Americhe

In Sud America, continua il testa a testa tra gli ex Calabresos, ora SpaceStation Gaming, e i F/A Minipekkas.
Contesa in cui, in questo ambito, ad uscire vincitori sono i secondi, i quali conquistano il loro secondo alloro consecutivo.
Per la mix-up guidata da Pekka, l’affermazione è arrivata col punteggio di 3-1, al termine di un match amministrato in base al loro ritmo di gioco.
Infine, nella parte settentrionale del continente americano, il titolo regionale va in favore dei Pioneers.
Il sodalizio australiano arriva al loro primo successo in questo territorio con l’affermazione, al quinto set, contro gli SMNT Esports.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Grand

Trackmania World Tour 2024: La seconda Grand Community

La serie delle Grand Community, presenti all’interno delle Trackmania World Tour, ha scritto il suo …