Home / Esport / Street Fighter Weekend: Sud America ed Europa C
Street Fighter

Street Fighter Weekend: Sud America ed Europa C

Un weekend ricco per gli amanti di Street Fighter dove la Capcom Pro Tour è tornata in scena per quando concerne i Major Online.
Fine settimana disputata in Sud America con protagonisti i giocatori dell‘area ovest della zona meridionale del continente americano.
Oltre in 100 si sono presentati all’appello in quella che rappresentata un’occasione importante, vista l’assenza della forte compagine brasiliana.
Opportunità che viene sfruttata al meglio da parte dei giocatori argentini, i quali realizzano una storica tripletta.
Le posizioni sul podio sono tutte di marca albiceleste con il suo punto d’apogeo rappresentato dall’ultimo atto in cui a sfidarsi per il pass mondiale sono Dookie e Frozen.

Contesa che rappresenta anche un derby tra i due portacolori dell‘Unga Bunga Team, una sfida combattuta ad armi pari.
Match che si è concluso solo attraverso il reset, ottenuto da parte di Frozen col punteggio di 3-1.
Atto conclusivo in cui Dookie rompe gli indugi ed imposta il proprio di ritmo che lo conduce alle finali mondiali.
Con lo stesso risultato egli, con M.Bison, batte il Nash del connazionale ottenendo il biglietto per la rassegna internazionale.

Debutto italiano

Oltre all’Online Major, il weekend di Street Fighter ha registrato anche il debutto italiano all’interno della rassegna Capcom.
Una prima avvenuta all’interno del primo World Warrior dedicato all’Europa C, rassegna dedicata ai giocatori non facenti parte di regioni quali UK, Francia o Spagna.
Organizzate dalla Saltmine League, la competizione inizia nel migliore dei modi per la scena italiana con l’affermazione di Leandro “Geeck_o” Vilardo.
Il Cammy player conquista la prima tappa attraverso la vittoria nell’ultimo atto contro il favorito Takamura (Ken) col punteggio di 3-1.
Affermazione che lo conduce in testa al ranking con 50 punti con il belga lontano sono dieci lunghezze.
Classifica che vede anche la presenza di altri tre italiani ossia Garnet (3°), Jhin e Gambanera, entrambi in settima posizione.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Istanbul

Valorant Champions Tour: Ultima chiamata per Istanbul

Il Valorant Champions Tour ha scritto un capitolo importante della stagione 2022 con l’assegnazione dei …