Home / Esport / PUBG Mobile Pro League Regionals: Quattro finali

PUBG Mobile Pro League Regionals: Quattro finali

Lo scorso fine settimana è stato ricco per la PUBG Mobile Pro League con ben quattro finali regionali.
Tre di essi hanno avuto scenari in Oriente dove si sono conclusi due dei quattro campionati di maggior rilievo in questa regione.
Cina e Korea hanno deciso le loro rappresentanti al World Invitational attraverso un lungo percorso fatto di eventi intermedi.

In quel di Seoul, i due stage iniziali hanno deciso le qualificate alle Finals che hanno la loro conclusione nel weekend trascorso.
Uno step in cui a giocarsi il titolo sono le due compagini che erano accreditate come le favorite alla vigilia.
Danwon Kia e DS Gaming sii sono scambiate la posizione al vertice per tutta la durata del torneo sino alle ultime riprese.
Gli ultimi quattro round registrano un crollo da parte dei DS, i quali ottengono solo la seconda posizione nella penultima ripresa.
Ciò ha permesso ai DK di amministrare la loro leadership e conquistare il titolo nazionale con 239 punti e un vantaggio di 13 lunghezze sui menzionati DS.

A Xian, gli atti conclusivi della Peacekeeper Elite League Spring 2022 trova il suo punto di svolta negli step finali.
I Regens Gaming rompono gli indugi e impongono il loro ritmo di gioco in questo fase del torneo.
Tre vittorie, un secondo e un quarto posto permettono a FlowerC e compagni di volare alle World Invitational.
Un titolo conquistato con un bottino di 211 punti e un vantaggio di otto lunghezze sui Four Angry Men.

L’ultimo scenario orientale è quello del South Asia dove, in questo scenario, gli Stalwart Esports dominano l’intera rassegna.
Soltanto in sei occasioni, i bianconeri non hanno raggiunto la Top 5, una performance eccellente conclusa col punteggio di 323. punti.

Europa turca

Il weekend delle finali regionali delle PUBG Mobile Pro League si conclude in Europa con gli atti della sessione primaverile.
Step in cui si assiste ad un monologo assoluto da parte delle compagini turche, le quali occupano le tre piazze del podio.
Uno strapotere delle formazioni del Bosforo che trova la sua massima espressione nella performance degli Fire Flux Esports.
I turchesi impongono il loro ritmo nelle ultime curve della rassegna, lasciando poco margine ai vari connazionali.
Una marcia terminata con il punteggio di 335 punti e un vantaggio di oltre 40 lunghezze sul Besiktas.
Terzo posto per i Regnum Carys Esports, i quali mettono 50 punti di vantaggio su un quarto team turco ossia gli S2G Esports.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

Italian Rocket Championship Season

Italian Rocket League Season 8: Decisi i verdetti

Il Rocket League italiano torna in scena con la penultima giornata di campionato dell’Italian Rocket …