Home / MOBA / Dota 2 / The International 2021: Definita la prima fase
International

The International 2021: Definita la prima fase

Gli amanti del genere MOBA avranno un Ottobre ricco di avvenimenti, rappresentati non solo dai Worlds 2021 ma anche dalla sua controparte.
Domani presso l’Arena Nationala di Bucarest inizierà il The International 2021, meglio conosciuto come TI 10.
Il mondiale del titolo Valve ritorna dopo l’assenza dello scorso anno e lo spostamento della location, inizialmente indicata in quel di Stoccolma.
Diciotto i roster arrivati in Romania attraverso il Dota Pro Circuit e/o il Last Chance Qualifer regionale.
Rassegna che aprirà le danze con le sfide della prima fase, rappresentata dai due gironi di qualificazioni.
Raggruppamenti in cui le varie formazioni hanno trovato collocazione per iniziare la caccia al titolo nonché del primo premio del montepremi monster da 40 milioni di dollari.

Un The International 2021 o T1 10 che vede, nel girone A, la presenza dei due volte campione del mondo degli OG.
L’organizzazione europea incrocierà le armi con gli Evil Geniuses, vincitori del Dota Pro Circuit.
Ad ostacolarli nella corsa al primato, roster del calibro di Virtus.Pro (3° nel DPC) e Invictus Gaming (5°).
Le migliori del DPC sono presenti in quello definito il girone più difficile dove vi sono anche i T1 (6°) Team Aster (9°), Alliance (10°) e Thunder Predator (12°)
A chiudere il raggruppamento il Team Undying, seria candidata ad occupare l’ultima posizione che vale l’eliminazione diretta.

Giorne morbido, sulla carta, per i primi favoriti alla vittoria finale ossia i cinesi PSG.LGD, secondi nel Dota Pro Circuit.
I “parigini”, nel girone B, avranno i Quincy Crew (4°) Vici Gaming (7°) e Team Secret (8°) come principali ostacoli per la leadership.
Girone che vede anche la presenza dei Beastcoast (11°) e delle altre formazioni arrivati attraverso il Last Chance Qualifie.
Fnatic, Elephant, Team Spirit e SG e-Sports battaglieranno per evitare la nefasta ultima posizione.

Altre info su Giuseppe Bortone

Nato in terra di lavoro (fiero di essere terraiuolo! ) cresciuto a pane, arcade e i programmi della Gialappa's (e ancora oggi li seguo) Nel corso degli anni una nuova passione è entrata nel suo percorso , la musica russa ( e non chiedete il perchè)

Controlla anche

ICFC

ICFC NA Tekken Summer 2022: un Dojo di metà settimana

La marcia del Tekken World Tour 2022 continua a pieno regime con la serie di …